Tips & tricks | 5 utili suggerimenti per essere un MacGyver dei sigari

Editoriale

Posted On 20/01/2015

Ricordate la serie televisiva degli anni 80 MacGyver? No? male!

MacGyver era un agente operativo di un’Agenzia Governativa che diviene poi un attivo collaboratore della Fondazione Phoenix. Un eroe solitario che non fa uso di violenza né di armi da fuoco e aiuta i deboli con il suo fido… coltellino svizzero.

La cosa incredibile è che riusciva a costruire di tutto perfino mezzi d’assalto blindati e gli unici atrezzi, oltre quelli fortuiti trovati in loco, erano… tutti contenuti nel mitico coltellino. Irreale certamente ma comunque più educativa di tante serie schifezza che propinano oggigiorno, il dictat imperante era: “arrangiati con quello che hai a disposizione e vedrai che riuscirai a risolvere la situazione”.

In ognuno di noi, volendo vedere, vi è un po’ di MacGyveragine ma a volte ci si arrende all’evidenza senza pensare a come sfruttare al meglio ciò che in un dato momento abbiamo a disposizione. A me è successo innumerevoli volte di non avere a portata di mano i nostri “attrezzi” del mestiere come la ghigliottina o il puncher e mi sono spesso ingegnato nei modi più disparati per ovviare all’inconveniente.

Nello specifico ho provato, inumidendo per bene la testa del sigaro, a staccarne la chiusura con i denti,  con le unghie, a bucarla con un cacciavite, ad utilizzare un semplice taglierino, un affilato coltello da cucina o perfino delle forbici. Insomma se non avevo a disposizione l’attrezzo giusto cercavo in qualunque modo di ovviare alla situazione.

Capita però che anche avendo i dovuti ammennicoli ci si trovi al cospetto comunque di situazioni in cui servirebbe qualcosa d’altro. Che fare allora? Che fare per aumentare il tiraggio se il “buco” effettuato è troppo piccolo? Che fare se abbiamo un sigaro di RG over 60 ed abbiamo solamente un piccolo puncher a disposizione e siamo soli?

Sono chiaramente dei semplici esempi ma servono come preambolo ai 5 “Tips & Tricks” sottostanti, ognuno volto a renderci un po’ più MacGyver di prima. Ovviamente sono frutto dell’esperienza di milioni di fumatori di sigaro ed ampiamente riconosciuti a livello internazionale.

  1. Taglio a X con il V-cutter – Prediligete l’utilizzo del V-cutter al posto della classica ghigliottina ma serve maggiore superficie di aspirazione nel sigaro perchè il tiraggio non è agevole? Bene non fermatevi al singolo taglio centrale (simil fetta di torta), ruotate il sigaro di 90° rispetto la primo taglio ed effettuatene un secondo creando una X (o croce se preferite) perfettamente simmetrica. Di sicuro impatto estetico ha anche una sua ragion d’essere perchè raddoppia la superficie di aspirazione del sigaro.
  2. Creare un 8 con il Puncher – amate bucare la testa del sigaro con il puncher ma ha una punta troppo piccola per il sigaro a disposizione? Perchè fermarsi al semplice foro centrale sulla testa del sigaro, con un po’ di fantasia e su RG abbondanti provate a bucare lateralmente e non centralmente. Effettuate poi un secondo foro dalla parte diametralmente opposta della testa del sigaro ottenendo due fori a foggia di 8, migliorerete drasticamente l’aspirazione.
  3. Creare un quadrifoglio con il Puncher – Variante della precedente e adatta a RG abbondanti. Si parte come sopra con un primo foro disassato rispetto al centro della testa del sigaro poi, ruotando di 45° ogni volta, si realizzano gli altri tre fori. Risultato? Una sorta di quadrifoglio ottenendo nel contempo una migliore aspirazione.
  4. Realizzare un taglio perfetto con la ghigliottina – Piccolo trucchetto per coloro che hanno problemi nel posizionare ortogonalmente il sigaro nella ghigliottina o spesso tagliano troppo della testa del sigaro. Appoggiate la ghigliottina su una superficie piana a lame aperte, appoggiate il sigaro centralmente nel foro a contatto con la superficie piana ed azionate le lame. Risultato? Un taglio perfettamente ortogonale ed alla giusta altezza. (Prestate attenzione alle ghigliottine troppo spesse però…)
  5. Mordere la testa del sigaro – Dedicato ai fumatori che come me amano i formati figurado (Torpedo & Belicoso). Prima o poi vi capiterà di imbattervi in sigari con difficoltà di tiraggio dovuto allo schiacciamento accentuato delle foglie di tabacco nella zona a punta della testa del sigaro. Se il progressivo taglio della testa non produrrà gli effetti desiderati, arrivando al limite oltre il quale si rischia di trasformarlo in un tronchetto di tabacco cilindrico, allora vi resta un’unica soluzione. Cominciate a schiacciarlo fra i denti quando aspirate, se il tiraggio non migliora ripetete questa operazione con piccole e progressive rotazioni del sigaro fino a trovare (in genere si riesce) un punto in cui il tiraggio improvvisamente si apre. Memorizzate la posizione e godetevi la fumata. Non funziona? Vi resta un’unica cosa… gettarlo via, sorry!

 

Written by Andrea Zambiasi

Facciamo Puff nasce per dare voce ad una passione che oramai coltivo da molto tempo, quella dei sigari. Non mi considero un esperto di sigari (etichetta che odio) ma un consumatore "attento" a cui piace condividere le sue esperienze emozionali con altri consumatori.

Related Posts

Cigar & Tobacco Festival – Quarta edizione

Cigar & Tobacco Festival – Quarta edizione

Dal 25 al 27 settembre come ormai da tradizione anche quest’anno, presso Villa Magherini Graziani, a San Giustino (PG) torna il festival dedicato al tabacco, il “Cigar&Tobacco Festival”. Ci aspetta un viaggio fra aromi, essenze e spezie che vedranno come grande...

Generazione Robusto

Generazione Robusto

Sempre più spesso mi viene chiesto perché un “particolare” formato di sigaro viene dismesso o perché non viene più prodotto. Insomma mi viene chiesto se vi siano ragioni oggettive dietro tali azioni o scelte. Scopriamole…

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pin It on Pinterest

Share This