2019

San Lotano Oval Robusto

San-Lotano-Oval-Robusto
San Lotano Oval Robusto
Nicaragua

Nicaragua

MEDIUM-FULL body

Intensità MEDIUM-FULL

Costo medio alto

Costo medio alto**

**medio alto: da 10 a 15€

Ring Gauge 54

RING GAUGE 54

Complessità Alta

Complessità Alta

Fumata di Media durata

Fumata di Media durata*

*media: 60 - 90 min

Lunghezza

  • 5 1/2″ / 140 mm

Anatomia

Fascia Ecuador Habano 2000
Sottofascia Nicaragua
Ripieno Nicaragua, Honduras, A.J. Fernandez Proprietary Filler

 

Valutazione

WOW FACTOR

Wow Factor

La fumata

Aristotele affermava: le persone perfette non combattono, non mentono, non commettono errori e NON ESISTONO. Lo zio Andrea invece afferma: i sigari perfetti si!

Il San Lotano Oval Robusto è uno di questi – Amen.

E come Dio che nella teologia cristiana in riferimento al mistero della Trinità è uno e trino , anche San Lotano lo è. Infatti è:

  • Padre – di tutti i sigari degni di tale nome
  • Figlio – della qualità produttiva
  • Spirito Santo – che lodiamo mentre fumiamo

A tutti coloro che non lo apprezzano dico: pentitevi miscredenti!

La recensione potrebbe finire qui, non serve altro. La più breve e facile del mondo perchè questo sigaro non ha bisogno di scritti o recensioni, di liste della spesa aromatiche o lodi sperticate. Ha semplicemente tutto e regala una meravigliosa fumata, basta accenderlo.

Comunque tranquilli, qualcosa vi racconto lo stesso.

Vediamo… all’accensione il San Lotano Oval sembra stranamente apatico, non riesco a percepire molto ma dopo qualche istante, come un petardo aromatico a scoppio ritardato, emerge rapidamente tutto il suo potenziale.

Mi ritrovo incredibilmente al cospetto di una struttura notevolmente complessa, in cui è facile perdersi e sembra possegga tutto, compreso un fumo che liquidare come profumato non rende giustizia. Lo definirei piuttosto una stragoduria aromatica.

Non è semplicemente un sigaro, è un orgasmo cosmico in cui riesco a intravedere la risposta al mistero della Trinità. Vedo la luce, il paradiso e tutto l’universo. Ri-amen.

Immerso in questo universo San Lotano Oval percepisco un tripudio di cacao, di pepe nero, di torba e spezie splendidamente dolce in bocca. In poco tempo il fumo diviene davvero denso e masticabile e inebria i sensi con note di nocciola, cacao, pelle e chicchi di caffè tostato.

Basterebbe questo ben di Dio, che peraltro è da provare, a sorreggere tutta la fumata ma lui non si accontenta. La dolcezza cresce decisa e assume connotazioni di frutta secca a cui si aggiungono liquirizia e cannella, ma sono solo parte di una struttura stra-complessa in ogni componente aromatica.

Difficile però delineare nel dettaglio le molteplici sfaccettature della mia percezione sensoriale. Quello che posso con certezza affermare è che in questo sigaro tutto è misurato, calibrato, magicamente equilibrato. Come la dolcezza che possiede, non invadente ne mai stucchevole, il giusto compendio a una struttura aromatica superiore e per certi versi inarrivabile per il mio naso.

Mi secca ammetterlo ma non ho un naso abbastanza allenato per sigari di questa classe, profondità e ampiezza.
Quando il pepe quasi scompare la dolcezza inaspettatamente cambia, vira verso note di orzo e di crema impressionanti e risulta talmente elegante, morbido e vellutato da mascherare perfino l’intensità di corpo. Meraviglia di sigaro.

Pensare che non sono nemmeno arrivato alla parte centrale della fumata!

Avvicinandosi ad essa la dolcezza cambia ancora acquistando una sfumatura di ciliegia e la fumata diviene burrosa e cremosa come non mai. Pazzescamente al diminuire delle dimensioni del sigaro che resta da fumare, aromi e sapori diventano più profondi e intensi, in una sorta di compensazione del piacere. Diminuisce il tempo da dedicargli, aumenta parallelamente il piacere. Serve altro? Ma per piacere…

La parte centrale è forse la più interattiva di tutte, ha un filo diretto con il fumatore, con me. Se prendo boccate leggere mi resta in bocca una dolcezza infinita, se aumento la dose ecco che entrano caffè e spezie intense. Basta scegliere cosa si vuole e lo si ottiene, insomma un telecomando del piacere!

Globalmente la parte centrale è caratterizzata dal caffè, pelle, frutta candita, spezie dolci, caramello e da una componente leggermente dry che definirei polvere di cacao amaro. Al palato mi sembra di percepirne la consistenza mentre il fumo profuma di pane e crema.

Questa struttura aromatica si mantiene perfino nel finale dove però le spezie dolci emergono decise e ritorna ringalluzzito il pepe nero. Un trionfo di bontà e degna chiusura di una fumata che è realmente al di sopra delle altre. Vorrei non finisse mai.

Un grande sigaro questo San Lotano Oval, dall’eleganza e complessità straordinarie e dalla lunghissima permanenza post fumata, che definirei parafrasando Josè Blanco “the clean smoke” ovvero la fumata perfetta.

ALTRI SIGARI DI

Pin It on Pinterest

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi