NUB Sun Grown 460
Nicaragua

Nicaragua

MEDIUM-FULL body

Intensità MEDIUM-FULL

Costo medio

Costo medio**

**medio: da 7 a 10€

Ring Gauge 60

RING GAUGE 60

Complessità Media

Complessità Media

Fumata di Media durata

Fumata di Media durata*

*media: 60 - 90 min

Lunghezza

  • 4″ / 101 mm

Anatomia

FasciaHabano Sun Grown Nicaragua
SottofasciaNicaragua
RipienoNicaragua

 

W B F

Valutazione

MOLTO BUONO

MOLTO BUONO

La fumata

NUB 1

NUB Sun Grown (Habano negli USA) 460 è un puro Nicaraguense che nasce dal genio creativo di Sam Leccia e viene prodotto dalla Studio Tobac, divisione della Oliva Cigar Company. Alla base della progettualità di questa linea innovativa c’è il concetto di “sweet spot” che per chi non lo sapesse è il punto in cui (generalmente intorno alla metà del sigaro ma non è sempre vero) il sigaro da il meglio di sè. Razionalizzando la cosa Sam Leccia si domandò se fosse possibile creare un sigaro, in un formato ed una ligada particolari, che cercasse di replicare lo “Sweet spot” lungo tutto il percorso di fumata dall’accensione alla fine. Progetto ambizioso e geniale? Assolutamente sì e il lancio mediatico verteva proprio su questa caratteristica.
Ci sono riusciti? Non saprei, vediamolo….

Premetto che non amo i sigari con un “Ring Gauge” così impressionante, mi mettono a disagio. Faccio parte di quella schiera di fumatori di sigaro che cercano anche l’eleganza estetica in ciò che fumano ed una gestibilità dell’oggetto che metta a proprio agio ed in una condizione mentale adatta a goderselo. Ecco questo Short Robusto SuperExtraMaxi Gordo non è sicuramente la mia idea di tale oggetto, a meno che non abbia una forma figurado come il Joya de Nicaragua Antano 1970 Gran Consul che adoro. Il NUB mi fa sentire un po’ come il personaggio di Kingpin in Batman, ma lui era un colosso e simili sigari non stonano mentre io ho un fisico “segaligno”… Ferma un attimo! Non voglio crearmi pregiudizi che influenzino la mia fumata, devo smetterla di pensare al salsicciotto che conservo nel taschino della camicia da stamattina.

Finalmente la giornata lavorativa volge al termine ed io comincio a pregustarmi la fumata del “candelotto” (aridaje…) che mi aspetta. Ho voglia di scaricare lo stress nel voluttuoso fumo di un buon sigaro specialmente di uno definito “Full body” e “strong” forte.
Lo scarto e lo rigiro fra le mani, è davvero grosso… ma è di un’eleganza inaudita nella sua veste marrone scuro, serica e senza venature, circondata da una semplice ma altrettanto elegante fascetta che richiama il colore della bellissima foglia che lo riveste. La costruzione è… perfetta! addirittura sembra, hmmm non trovo la definizione adatta, diciamo “stagno”, sì stagno perchè sembra riempito a forza da tanto è sodo. Il riempimento è veramente notevole ed è uno dei motivi per cui, assieme al RG di 60, dovrebbe durare in fumata quanto un Robusto normale.

Taglio la testa del sigaro (la mia taglierina riesce a malapena a circondarlo!) e annuso, aroma di tabacco ben fermentato e speziato, faccio le prime boccate a crudo… wow mi si rimpie la bocca di note dolciastre e piccanti talmente forti che lo devo togliere dalle labbra. Spettacolo e promette una solenne fumata anche se il tiraggio, a onor del vero, è un po’ serrato. Quasi scarico l’accendino nella fase di accensione (il diametro è imponente) ma alla fine vinco io, si forma un braciere uniforme e profumato.

Faccio la prima boccata e mi aspetto il suono del gong di inizio di un incontro di “Sumo” invece, invece si dimostra un gattone elegante e suadente. La bocca si riempe di note nocciolate e cioccolatose in un sottofondo abbastanza cremoso e piccante, veramente molto buono.

La fumata prosegue in un impianto di forza media, che tende nel finale al medio-forte scarso, ma ho la netta sensazione che le note legnose, che cominciano ad affiorare, asciughino un po’ il palato o forse è a causa della scarsa quantità di fumo che arriva dovuta ad un tiraggio serrato che non riesce a far esprimere al meglio il corpo e la forza del sigaro.

La cenere è di una compattezza impressionante, non solo non cade ma si potrebbe appoggiarlo sulla colonna di cenere (provare per credere) senza che si sfaldi miseramente, indice di una maestria manifatturiera al di sopra della media.

In soldoni è una bella fumata, di corpo, elegante e aromatica, ma senza quei voli pindarici o quella evoluzione che ci si aspetterebbe da un tale “bussolotto” e dalla paternità progettuale. Non è sicuramente il mio genere di sigaro ma mi riprometto di fumarne altri assieme al fratellino minore il 358 con fascia Cameroon, è uno sporco lavoro ma qualcuno lo deve pur fare!

 

  • Lo consiglio? Sicuramente sì, specialmente se siete amanti dei grossi calibri. Gli Americani hanno fatto del NUB un vero e proprio oggetto di culto, io gli preferisco le linee CAIN che fra l’altro hanno da poco inserito il formato NUB nel vitolario.
  • Sono riusciti a offrire una fumata completamente “Sweet spot”? Non direi ma è sempre una gran bella fumata.

ALTRI SIGARI DI

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi