2016

Davidoff Yamasá Piramides

Davidoff Yamasá Piramides
Rep-Dominicana

Rep. Dominicana

FULL body

Intensità FULL

Costo alto

Costo alto**

**alto: oltre i 15€

Ring Gauge 52

RING GAUGE 52

Complessità Alta

Complessità Alta

Fumata di Media durata

Fumata di Media durata*

*media: 60 - 90 min

Lunghezza

  • 6 1/8″ / 156 mm

Anatomia

Fascia Yamasá Rep. Dominicana
Sottofascia San Vicente Yamasá Rep. Dominicana
Ripieno Nicaragua (Condega e Estelì), Piloto e Mejorado Rep. Dominicana

 

Valutazione

ECCELLENTE

Eccellente

La fumata

Davidoff-Yamasa-Piramides

I più maliziosi penseranno subito che mi sono accodato al recente riconoscimento da parte di Cigar Journal come sigaro #2 nella classifica annuale dei Top 25 2016. Risposta: sbagliato! Non che il farlo a mio avviso costituisca un’onta da lavare con il sangue, ma so che le malelingue albergano ovunque. Quindi a chiunque lo abbia pensato dico… mavatteneafareinculo per la via più breve.

Ho fumato questo Yamasá con il buon Giuseppe Stucchi qualche settimana fa, però concordo con Cigar Journal (non tanto sul posizionamento) per il meritato riconoscimento perchè questo è un sigaro, pardon una fumata con il botto come diceva un mio vecchio amico.

Accendere questo Piramides equivale a fare il pranzo di Natale, il cenone di Capodanno e il pranzo Pasquale in una volta sola, seduti in un vagone sulle montagne russe più adrenaliniche del mondo mentre intorno ti sparano addosso i fuochi artificiali delle feste. Provare per credere.

Insomma godrete come dei ricci ma indossate l’elmetto per sicurezza.

Elmetto dotati, io e Giuseppe ci avventuriamo nella prima parte della fumata. Più che avventura è lo sbarco in Normandia della Gang del Mezzaghese che impavida affronta il nemico schivando esplosioni su esplosioni in mezzo a nuvole di sabbia che ci coprono la visuale.

Un momento non saranno mica le copiose nuvole di fumo ad ostruirci la vista? Naaaaa, è più figa la prima versione.

Avvisaglie dell’imminente sbarco le avevamo avute a crudo dove il semplice appoggiare le labbra al sigaro permette al pepe di invadere ogni angolo della bocca, mitigato solo da un inusuale nota ai semi di zucca tostati. Per questo motivo ed essendo sagaci, nonchè attempati, fumatori abbiamo indossato l’elmetto.

Bando alle ciancie. Accendere questo Piramides significa accendere la miccia del petardo sensoriale che ci scoppia in faccia ad ogni esalazione fumosa. Pepe tonicissimo in retroinalazione marca da subito il territorio e va a braccetto con un’insospettata nota incensata e floreale nel fumo.

Come ogni D-Day che si rispetti le esplosioni mettono a nudo la cruda terra ed infatti lo Yamasá Piramides vira su terra umida, legno affumicato e spezie che come la caramella balsamica Victors si sentono nella gola e anche nel naso.

Una fumata dall’intensità di corpo impressionante che viaggia dal primo millimetro sull’alta velocità Milano-Roma. Ben presto diviene maschio e carnoso e ricorda spettacolarmente una grigliata di costine… tranquilli abbiamo già mangiato.

Regolo il taglio della testa, come un drogato ho bisogno di boccate più corpose e… porca boia lui mi stende subito con una botta intensissima. Sbagliato tutto, va dosato nelle boccate, davvero dosato.

Si rivela una fumata complessa che comincia a sorprendere. Dopo il primo guerresco approccio infatti si ingentilisce e schiude mirabilmente una dolcezza speziata che si amalgama alla precedente carnosità.

Emerge una nota agrumata avvertibilissima che con la sua acidità e dolcezza ricorda molto una torta al limone. Spettacolo di bomba aromatica.

Il pepe alla Fast & Furious non demorde. La cosa strana è che lo si percepisce solo al naso, non in bocca.

La dolcezza improvvisamente e magicamente comincia ad avvolgere tutto lasciando trasparire lieve la nota agrumata dal sottofondo. Mitiga perfino il pepe e la morbidezza esplode. Pur essendo tonico e intenso rilassa, una goduria da assaporare lentamente sfregando a lungo la lingua sul palato.

Togliamo l’elmetto.

Approssimandosi alla parte centrale della fumata la dolcezza e la cremosità partono verso alte e immacolate vette assieme a un effetto salato piacevolissimo. Il tutto contornato dal cioccolato.

Giuseppe: anzi da una torta di cioccolato cosparsa di granelli di sale grosso…

Giuseppe è un godurioso. Azzecchiamo anche l’abbinamento single malt con il sigaro ma il merito è dell’ottima brochure distribuita dalla ITA all’evento di lancio della linea. Consiglio caldamente la sua lettura.

Lo  Yamasá Piramides si rivela una sorpresa tutta da scoprire come la nota di bacche di Ginepro appena comparsa. Si rialza la piccantezza ma oramai la fumata rimane morbida e rotonda in bocca, un vero piacere palatale. Carnoso, animale ma anche balsamico con la sua sfumatura mentolata che rinfresca ad ogni boccata.

Una sorta di “After Eight”, le famose tavolette di cioccolato ripiene di menta, in piena regola ma anche un salto generazionale impressionante per i Davidoffiani incalliti che resteranno sicuramente sconcertati dall’intensità di questo sigaro.

Io e Giuseppe invece ci godiamo questa crociera fumosa, rilassati e privi di elmetto. La sintonia è oramai raggiunta e assaporiamo la virata del sigaro verso note caramellate che ci portano alla parte finale della fumata.

In questa fase le spezie e l’azione balsamica della menta lavorano che è un piacere e in sottofondo si costruisce un mix di caramello, legno e terra umida ma stranamente privo della carnosità che ci ha accompagnato finora.

Le stranezze non finiscono qui perchè pur entrando nel regno della mandorla tostata si fa stranamente più floreale, con a corredo note di pane e frutta. Ci aspettavamo una cosa diversa ma lui ripeto sorprende sempre.

Sembra funzionare al contrario, parte tonico e finisce paradossalmente delicato, complesso e biscottato. Molto, molto particolare questo Piramide.

La persistenza post boccata è lunghissima e nemmeno bevande alcoliche riescono a mitigarla.

Il commiato è un tripudio insospettabile di dolcezza. Che Kelner abbia scoperto il segreto della pietra filosofale?

Davidoff-Yamasa-Piramides

ALTRI SIGARI DI

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi