2014

Rosalones 342

Rosalones-342
Rosalones 342
Nicaragua

Nicaragua

MEDIUM BODY

Intensità MEDIUM

Costo basso

Costo basso**

**basso: meno di 7€

Ring Gauge 42

RING GAUGE 42

Complessità Media

Complessità Media

Fumata di breve durata

Fumata di breve durata*

*breve: meno di 60 min

Lunghezza

  • 3 1/2″ / 89 mm

Anatomia

Fascia Nicaragua Habana Criollo
Sottofascia Nicaragua
Ripieno Nicaragua

 

W B F

Valutazione

MOLTO BUONO

MOLTO BUONO

La fumata

I Rosalones non sono certamente sigari molto conosciuti eppure siamo al cospetto di una linea produttiva sviluppata principalmente per il mercato europeo (e i suoi gusti) da un brand conosciutissimo, la Joya de Nicaragua. A onor del vero fino a pochi anni fa non comparivano nemmeno sul sito di Joya de Nicaragua ed hanno avuto una vita veramente travagliata arrivando perfino ad essere dismessi in passato per poi essere riesumati perchè richiesti a gran voce.

Rosalones-342Di fatto sono una linea di puro Nicaraguensi, totalmente “hand-made” e dai formati molto più vicini alle nostre preferenze che a quelle americane, che tanto prediligono i ring gauge giganti. Una linea dalla caratteristiche note di terra e spezie, di forza media e prodotta in 6 distinti formati che vanno dal piccoletto 342 al Toro da 54 x 6 con un grande classico di Joya, il “Gran Consul” denominato 460.

Oggi fumerò il piccoletto della serie, il 342, che è confezionato veramente bene. Ha una fascia oleosa dalla meravigliosa colorazione marrone scuro e a crudo esala ricchi profumi di terra, cacao e liquirizia, niente male come premessa! Alla partenza si rivela per quello che realmente è, una bombetta aromatica che non lascia dubbi sulla qualità della fumata che verrà.

Decisamente presente e tonico sviscera da subito intense note terrose accompagnate dal cacao e da note più tostate che ricordano il caffè, il tutto condito da un mix speziato in sottofondo. Non è sicuramente un sigaro complesso e non penso nemmeno fosse negli intenti progettuali renderlo tale. Si bada al sodo qua, al gusto e alla intensità della fumata, niente di più, niente di meno e ci sono perfettamente riusciti.

Millimetro dopo millimetro la struttura resta tale lasciandosi assaporare senza patemi d’animo supportato da una forza media decisa che cattura la mia attenzione. Lentamente al suo riscaldarsi emerge il classico pepe e qualcosa che mi ricorda la cannella mentre le note di cacao si fanno più decise e quasi fondenti.

Un piccoletto veramente espressivo, che non si scompone mai e brucia tremendamente bene, con una precisione degna di un orologiaio svizzero. Indubbiamente ha le carte in regola per farsi veramente amare sopratutto in virtù della sua economicità perfino sul mercato Italiano, notoriamente sfavorevole, quando arriverà.

La fumata prosegue su questi registri imperturbabile fino alla parte finale (se così possiamo dire vista la lunghezza limitata) del sigaro. Parte questa che si fa meno speziata e più terrosa, più tostata e quasi nocciolata, sempre morbida al palato portandomi in un lampo a scottarmi le dita, nel vero senso della parola.

Si è rivelato se vogliamo un’inversione di tendenza rispetto agli Antaño o Dark Corojo dove la forza gioca un ruolo primario. La Joya de Nicaragua ha fatto uno stupendo lavoro dimostrando, se mai ce ne fosse bisogno, che non solo sono in grado di realizzare prodotti pregevoli perseguendo la filosofia del “puro nicaragua” ma anche tremendamente espressivi senza essere troppo forti per i fumatori Europei.

Coloro che amano l’intensità espressiva, la struttura bilanciata e meno la forza qua troveranno ampie soddisfazioni in grado di entusiasmare anche i nasi e i palati meno allenati e sofisticati. Non vanno però comparati con le altre produzioni di Joya bensì come una valida alternativa, più fruibile e godibile, rispetto alle più conosciute linee full-body e forti già arrivate sul nostro mercato.

Che dire ancora? Non perdeteveli quando arrivano…

ALTRI SIGARI DI

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
di_emme
di_emme
02/03/2020 08:18

La mia fumata arriva a circa 5 anni da questa recensione, recensione consultata insieme ad altre alla ricerca di formati “piccoli”. Sabato, in una tabaccheria del centro di Bergamo ho trovato, tra le cose che cercavo, come una delle poche alternative ai cubani nelle loro vetrine, dei Rosalones i i 342 ed i 446. Partiamo dai primi… Prima di tutto una piccola differenza estetica: rispetto al sigaro rensito l’anila è stata aggiornata e sostituita da 2 diffenti fascette, la prima con il logo dorato circondato dalle scritte ROSALONES e NICARAGUA e la seconda che riporta la dicitura AUTENTICOS. Oltre a… Leggi il resto »

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi