2022

Cezar Bronner 1956 Cabinet Selection El Primero

Cezar Bronner 1956 Cabinet Selection El Primero
Rep-Dominicana

Rep. Dominicana

MEDIUM BODY

Intensità MEDIUM

Costo basso

Costo basso**

**basso: meno di 7€

Ring Gauge 42

RING GAUGE 42

Complessità Media

Complessità Media

Fumata di breve durata

Fumata di breve durata*

*breve: meno di 60 min

Lunghezza

  • 4″ / 101 mm

Anatomia

Fascia San Andres (Messico)
Sottofascia Repubblica Dominicana
Ripieno Repubblica Dominicana

 

Valutazione

BUONO

Buono

La fumata

Recensione by Alessandro Piazza

Accessorio realizzato da Fumo di Sigaro

Durante uno dei miei ultimi giri in tabaccheria, facendo due chiacchiere con Luigi, titolare della Tabaccheria Giacomini di Giussano, ho adocchiato uno short perfecto della Cezar Bronner, un’azienda dominicana che ha da poco festeggiato i 25 anni di attività (era il 1996 quando Eugenio Alliata Bronner, insieme all’esperienza e alla qualità di Tabacalera Palma ed alla supervisione dell’esperto della zona, Jochy Blanco, fondò questa azienda).

Incuriosito dal formato che mi affascina sempre e dal costo interessante ho deciso di provare El Primero, un piccolo perfecto di tabacchi dominicani avvolti da una fascia San Andreas messicana.

Il sigaro ha un aspetto rustico, la fascia colorado claro tendente al bruno con diverse venature ma molto regolare nonostante gli evidenti segni dell’arrotolamento è avvolta da un’anilla bianca, molto elegante che fa un bel contrasto con il sigaro che con questa vitola acquisisce sempre un fascino particolare. La costruzione è curata molto bene con un riempimento adeguato.

Dal piede, leggeri sentori erbacei e di fieno, procedo subito al taglio della testa e do le prime boccate a crudo: ai sentori vegetali del piede si aggiungono un leggero cuoio e alcune note speziate.

Accendiamo il sigaro e facciamo puff!
La primissima fase è disorientante: la dolcezza è subito in primo piano contrastata da leggere amarezza ed acidità con aromi erbacei che all’allargarsi del bracere viene accompagnato da un caffè cremoso ed una discreta dose di pepe nel retronasale, arriva subito il punto di massima ampiezza ed entrano nuove note di uvetta con un retrogusto di noce.

Proseguendo con la fumata la noce passa in primo piano seguita dal ritorno del caffè accompagnato da un leggero cacao presto sostituito da note di cannella e miele. La dolcezza continua ad essere dominante ma non prevaricante, correttamente bilanciata da note amare ed una acidità che aumenta la salivazione mentre il pepe rimane presente nel retronasale. Sul finale è la frutta secca a guscio a farla da padrone accompagnata da note tostate e di cioccolato al latte.

Ho trovato questo “piccoletto” molto interessante con una forza media, molto bilanciato e con un bouquet complesso e dalla buona evoluzione che si sviluppa per tutto l’arco della fumata lasciando un buon sapore dopo averlo abbandonato.

ALTRI SIGARI DI

Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Diego
Diego
21/04/2022 14:41

Bella recensione!
Almeno Alessandro scrive meglio di Nicola Di Nunzio… quello è veramente incapace di scrivere e “degustare”.

Claudio
Claudio
21/04/2022 15:58

Molto ben fatta questa recensione, grazie mille.

Stefano
Stefano
21/04/2022 17:46

Come sempre una recensione interessante.

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi