Il sigaro

Nazione: Nicaragua

Manifattura: Tabacalera Villa Cubana S.A. (Tavicusa)

Fascia: Nicaragua Habano Seed

Sottofascia: Nicaragua

Ripieno: Nicaragua

Formato: 52 x 6 – Toro

Body: Medium/Full

Euro: 5,90 (EU)

Sigari fumati: 2

Il verdetto

IL VERDETTO - ECCELLENTE (EXCELLENT)
Best Buy

La fumata

Le linee The Edge di Rocky Patel sono indubbiamente uno dei suoi maggiori successi commerciali. Intense, ben strutturate e in linea con le preferenze dei fumatori moderni, sono in breve diventate le fumate più gettonate da moltissimi fumatori anche perchè, diciamocelo senza mezze misure, costano tutti poco.

I The Edge Nicaragua non fanno eccezione ma pur essendo il sesto e ultimo blend della serie Edge, in ordine cronologico, hanno due peculiarità che li rendono unici. La prima è che sono i primi Edge “puro” ovvero con tabacchi provenienti da una sola nazione, il Nicaragua. La seconda è che non sono prodotti, come tutti gli altri, presso Plasencia bensì presso la Tabacalera Villa Cubana S.A. (Tavicusa) dello stesso Rocky Patel.

Ricordo che i The Edge nascono nel 2012 con la linea Corojo, seguita dalla Maduro, dalla Sumatra, dai Lite (Connecticut Shade) e dai Candela. Tutti caratterizzati da un packaging semplice e da una fascetta al piede altrettanto semplice.

Alle volte i fronzoli e il marketing non sono indispensabili per creare un successo commerciale, Edge docet.

La fase “odorama” è una goduria infinita e intensa, con note di pelle, fichi secchi, babà al rum e stallatico. Per non parlare della foglia da fascia che è pura tetta di mucca! Provare per credere. Se non sapete cosa significhi, acquistatene uno ed annusatelo… poi capirete.

La partenza è poco Nicaraguense, dolce e cremosa con un pepe in sottofondo gentile che fa: toc, toc, disturbo? Niente male come partenza.

Fermi tutti. L’idillio dura poco e l’Edge Nicaragua accende il NOS (protossido di azoto). Indosso il casco, non si sa mai perchè lui si trasforma.

Diventa ricco e terroso acquisendo sfumature aromatiche molto particolari che a me ricordano le caldarroste mentre si abbrustoliscono nel forno a legna. Gnam, gnam, gran bella sorpresa.

Arriva frutta candita e cacao.

Si forma così un mix dolce, carico di spezie, di marron glacé e caramello. Una specie di pasticcino speziato, tonico ma anche zeppo di protossido di azoto pronto ad infiammarsi alla minima scintilla.

Al momento non è così soverchiante come si potrebbe supporre, ma ho paura di innescare l’esplosione che frantumerebbe le mie articolazioni. Così prendo boccate con ritmo lento.

La parte centrale mantiene la struttura precedente ma si aggiunge qualcosa che ricorda un bel cappuccino spolverato di cacao. Cremoso, davvero cremoso e discretamente complesso, con un sottofondo saturo di spezie decise ma dotato anche di un’intensità di corpo davvero stellare. Buuuuummmmmm, la nitroglicerina è esplosa.

Vediamo… palpitazioni, groppo allo stomaco… comincio ad accusare il colpo. Aiuto.

La parte finale di questa bombetta nicotinica è un tripudio di caramello, di cremosità, di dolcezza al cacao, di spezie e pelle su una struttura morbidamente amalgamata. Nulla stride, nulla è fuori posto a parte il pepe che ora si mastica letteralmente le mie narici.

Insomma davvero un bel blend per questa new entry Edge, ad un prezzo davvero competitivo adatto a tutte le tasche, a patto però di essere amanti delle emozioni forti perchè lui è indubbiamente stra-bold, sia in aromi e sapori sia in intensità di corpo.

Volete un biglietto per l’ottovolante? Chiappatene uno e fumatelo.

The smoke

The Rocky Patel The Edge lines are undoubtedly one of brand’s major commercial successes. Bold, well built and in line with modern-smokers preferences they soon become the best go-to smoke for many smokers also thanks to their low cost.

The Edge Nicaragua are no exception but despite to being the sixth and last blend of the Edge series, they have two characteristics that make them unique.

The first one is that they are the first “puro” Edge, all the tobaccos come from one country, the Nicaragua.
The second one is that they are not produced, like all the others, at Plasencia factory. Instead they comes from Villa Tabacalera Cubana S.A. (Tavicusa) of Rocky Patel.

A lil bit of story. The Edge series born in 2012 with the Corojo line, followed by the Maduro, Sumatra, Lite (Connecticut Shade) and Candela. All characterized by a simple packaging and a foot band equally simple.

Sometimes the frills and marketing are not mandatory to create a commercial success, Edge docet.

The “Odorama” phase is an endless and intense pleasure, with hints of leather, dried figs, rum cake and manure. Not to mention the wrapper’s aroma that is pure cow’s tit! Trying is believing. If you do not know what it means, purchase one and smell it … then you’ll understand.

The start is less Nicaraguan than I suppose, it’s sweet and creamy with a touch of gentle pepper in the background that looks like to says: toc, toc, may I come into? Lovely start.

Stop. The paradise does not last long and the Nicaragua Edge Toro turns on the NOS (nitrous oxide). I wear a helmet, you never know.

It get rich and earthy notes acquiring a very special aromatic nuances that remind me roasted chestnuts while they toasts in a wood oven. Yum, yum, great surprise.

Now comes candied fruit and cocoa.

The result is a sweet mix full of spices, candied chestnut and caramel. A kind of spiced cake, bold but also full of nitrous oxide ready to ignite at the slightest spark.

At the moment it’s not as overwhelming as you might suppose, but I’m afraid of triggering the explosion that would shatter my joints. So I take slow puffs.

The middle part keeps the previous structure but it adds something that looks like a nice cappuccino dusted with cocoa. Creamy, really creamy and fairly complex, with a background full of strong spices and also with a stellar boldness. Buuuuummmmmm, nitrous oxide exploded.

Let’s see… palpitations, lump in my stomach… I start feeling the punch. Help me.

The final part of this nicotinic bomb is a blaze of caramel, creaminess, chocolate sweetness , spices and leather on a smooth structure well blended. Nothing is out of place except for the pepper that now literally chew my nostrils.

In short a real nice blend for this newcomer Edge, at a very competitive price suitable for all budgets. To be honest there’s just one thing, you must love strong emotions because this Edge Nicaragua Toro is undoubtedly extra-bold, in aromas, flavors and body.

Do you want a ticket for the roller coaster? Grab one and smoke it.

Se ti è piaciuto questo post gentilmente condividilo utilizzando i pulsanti sottostanti. Condividere non è un’operazione da cervelloni dell’MIT, non ti porterà via troppo tempo, è sicuramente facile e non ti costa nulla ma certamente mi aiuterà a crescere.

If you enjoyed this post please share it using the buttons below. Sharing doesn’t require an MIT brain, it’s fast, easy and free but it help me to grow my audience.