Nicarao Exclusivo Rodolfo

Posted On 27/11/2017

STEFANO GALMOZZI

Collaboratore - #mad4cigars

INTRODUZIONE

Un’esperienza di fumata davvero SUBLIME, che fa a gara fra il Don Rafa e il Diadema! Complessa aromaticità e ottima evoluzione. Un equilibrio perfetto fra Aromi cremosi di cacao, caffè e pasticceria. Una sapidità aromatica asciutta di buon cedro, fieno e un sapore che più volte mi ha ricordato un buon Rhum invecchiato.

Come tutta la linea Exclusivo, anche il Rodolfo utilizza unicamente tabacchi selezionati e particolarmente invecchiati, prima e dopo la rollatura:

  • 3 anni e mezzo per la fascia
  • 5 anni per il ripieno, di cui il ligero addirittura 5+4 anni

PRE-ACCENSIONE

La Fascia si presenta scurissima, oleosa e con venature appena percepibili al tatto. Il Ripieno è generoso, compatto e uniforme.

A crudo sprigiona complessi e profondi sentori di cedro e fieno, affiancati da profumi di cacao e tostatura di caffè … non manca una certa nota speziata di fondo.

Il tiraggio pare forse un pò lasco.

PRIMO TERZO

Una bomba aromatica sin dai primi puff: leggermente pepato, con note evidenti di cacao, frutta secca e caffè espresso cremoso. Non manca un sottofondo di pane tostato, che accompagnerà l’intera fumata.

Cedro e cuoio fanno capolino di tanto in tanto, così che i vari aromi si alternano di continuo, dando vita ad una prima mezz’ora di fumata appagante come pochi sigari riescono ad offrire.

Sono sempre scettico quando leggo recensioni che annotano un ventaglio molto ampio di aromi, ma in questo caso non posso non annotare ogni singolo sapore percepito … che fumata!

In retroinalazione la peposità è singolare, quasi a ricordarmi il profumo della cannella.

SECONDO TERZO

Gli aromi di cacao e caffè paiono più marcati e affiancati ad una notevole cremosità. Senz’altro meno pepato dell’avvio di fumata e pare aver perso le virate di legno, fieno e frutta secca.

TERZO FINALE

Impossibile non avvertire una virata verso note erbacee, quasi balsamiche o agrumose (non riesco a capirlo). L’aroma di tostatura di pane è ancora presente e comunque nessuno degli aromi iniziali svanisce del tutto.

La FORZA è andata in crescendo, fino a giungere a livelli elevati, la COMBUSTIONE sempre perfetta, senza bisogno di alcuna correzione … il bracere si è consumato come avesse una bolla incorporata!

La CENERE grigio chiaro e davvero molto compatta, il FUMO costante è denso.

Nicaragua

Nicaragua

IL VERDETTO - WOW FACTOR
  • Full

Ring Gauge

Pollici

Nicaragua Habano Maduro

Nicaragua

Nicaragua

Esprimi la tua valutazione

[kkstarratings]

Se ti è piaciuto questo post gentilmente condividilo utilizzando i pulsanti sottostanti. Condividere non è un’operazione da cervelloni dell’MIT, non ti porterà via troppo tempo, è sicuramente facile e non ti costa nulla ma certamente mi aiuterà a crescere.

If you enjoyed this post please share it using the buttons below. Sharing doesn’t require an MIT brain, it’s fast, easy and free but it help me to grow my audience.

Written by Andrea Zambiasi

Facciamo Puff nasce per dare voce ad una passione che oramai coltivo da molto tempo, quella dei sigari. Non mi considero un esperto di sigari (etichetta che odio) ma un consumatore "attento" a cui piace condividere le sue esperienze emozionali con altri consumatori.

Related Posts

Balmoral Añejo XO Gordito

Balmoral Añejo XO Gordito

L’adrenalinica espressività di questo Balmoral Añejo XO Gordito continua come non ci fosse un domani, emettendo tonnellate di fumo tanto da sembrare un diffusore di essenze. Ma cosa hanno usato al posto del tabacco?

Bellas Artes Maduro Robusto

Bellas Artes Maduro Robusto

Con un’opera d’arte bisogna avere il comportamento che si ha con un gran signore: mettervisi di fronte e aspettare che ci dica qualcosa. – Arthur Schopenhauer – e questo Bella Artes Maduro Robusto ne ha parecchie di cose da raccontare, a cominciare dal nome “Bellas Artes” o belle arti in italiano.

Arturo Fuente Don Carlos Personal Reserve Robusto

Arturo Fuente Don Carlos Personal Reserve Robusto

Come spesso accade con la Arturo Fuente anche per i Don Carlos Personal Reserve sembra scatti una sorta di omertà, o forse è solo marketing, ma in ogni caso i dettagli del blend non sono divulgati e non sono divulgate nemmeno eventuali differenze fra questo e l’Eye of the Shark. Quello che trapela è il fatto che il blend sembra sia una versione rivisitata di quello personale di Carlos Fuente Sr., il patriarca. Sti cazzi…

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami

Pin It on Pinterest

Share This