Don Pepin Original Lanceros

Primo febbraio uggioso, anzi piovosissimo e freddo. Un freddo che gela il corpo e gli animi e fa desiderare copertina, pantofole imbottite (stile muppet) e tisana calda invece di un’uscita serale per fumare in compagnia.

CFLI-2014-1Per i ragazzi della CFLI è stato e sarà un sabato ricco e all’insegna del fumo lento, impegnati tutto il giorno con la lezione del corso catadores CCA e con la serata di degustazione del Don Pepin Original Lanceros abbinato ad un Franciacorta Brut Blanc de Blancs Cavalleri.

Occasione ghiotta sia per il sigaro, mentre guido pregusto già la fumata, che per rivedere il mio buon amico Aniello. Ci si sente spesso telefonicamente ma le occasioni di vedersi sono veramente molto rare, pertanto cerco di approfittare di questi eventi se so di poterlo incontrare e di poter incontrare anche amici lontani come Germano, panelist di Facciamo Puff.

Arrivo per tempo davanti alla smoking room dell’Hotel Grand Milan di Saronno e sulla porta campeggia un cartello: “Riservato CFLI”. Sbircio dentro e vedo i ragazzi assieme ad Aniello discutere animatamente alcune slide di fine corso. Entro e comincia il giro di saluti e abbracci, mi faccio raccontare per sommi capi la lezione e scambiamo quattro chiacchiere in attesa di andare a cena.

Pizzata e poi si da il via alla serata, alla parte che più mi interessa e che anelavo da questa mattina. Il buon amico nonchè “sommelier” Luca Bertoni illustra il Cavalleri che andremo a bere come abbinamento al sigaro. Poi è la volta di Aniello raccontare cosa andremo a fumare.

CFLI-2014-3

Non voglio però riportare quanto detto, non perchè non sia valido o interessante, ma vorrei invece descrivervi cosa per me rappresenti la linea Don Pepin Garcia Original. Sì lei, non la linea My Father che è un grande tributo d’amore di un figlio al padre, non la Cuban Classic che guarda la suo trascorso cubano, non la Duena che personifica i gusti della figlia e l’arte di Pete Johson, non la Jaime Garcia che è la personificazione dello skill del figlio, non la Flor de Las Antillas nata per soddisfare esigenze di mercato ma priva del DNA Pepin.

Lei, la linea Original che più di ogni altra caratterizza un grande personaggio, Pepin Garcia, e le sue profonde conoscenze. Il suo blend, il primo, amato e voluto da sempre è l’incarnazione del suo amore, della sua dedizione, delle sue capacità. La sua opera summa, il testamento (per fortuna non postumo) di un grande artista regalato a noi comuni mortali.

don-pepin-garcia-lancero

Un’opera lirica, l’opera di un grande compositore del sigaro le cui proverbiali capacità di giocare con i tabacchi Criollo e Corojo sono qui rappresentate nel loro massimo splendore. Una linea che stupisce e sorprende per la raffinatezza del blend che racchiude, sigari in grado di giocare con i nostri sensi come pochi, a un livello assoluto strabiliante se consideriamo la “mono” origine territoriale del tabacco. Non è alla portata di tutti, non lo sarà mai.

Il Lanceros, come tutti i moduli della famiglia, si scosta molto nella sua espressione dalla linea da cui proviene, ma fa sicuramente comprendere come lui racchiuda le capacità di Pepin di sviluppare un blend corretto ed il risultato è un sigaro di alto livello, costante e veramente gustoso. Quello fumato, complice il viaggio affrontato in giornata, era un po’ maltrattato e meno cremoso di quanto sia in realtà questo sigaro, ma lasciava comunque trasparire le sue potenzialità, le sue qualità.

Il meraviglioso Franciacorta Brut Blanc de Blancs allietava dopo ogni boccata il palato, le bollicine ripulivano le papille e donavano nuove sensazioni alla boccata successiva, in un abbinamento direi azzeccatissimo.

Franciacorta Brut Cavalleri Blanc de Blancs del Decennale

La cuvèe è ottenuta assemblando i vini derivati da vigneti Docg situati sulle colline attorno ad Erbusco; la maggior parte proviene dalla vendemmia 2010, annata così straordinaria da suggerirci di dosare questo Franciacorta con una liqueur senza zucchero. La nuova etichetta celebra la decima annata del nostro Blanc de Blancs nella bottiglia trasparente.

Vendemmia 2010 (annata difficile ma generosa per risultati)

Vitigno: 100% chardonay vitigni del Franciacorta dogc

Produzione 110,000 bott. + 7,000 Magnum

Perlage fine e persistente Colore giallo doratoSentori: frutta a polpa gialla, pane

Gusto: freschezza, ottimo come accompagnamento per il sigaro perché rinfresca la bocca e permette al fruitore di gustare a pieno i sapori e aromi.

Una serata meravigliosa, con un sigaro d’altri tempi, gioviale e allegra come dovrebbe essere una serata del genere. Organizzata benissimo ha saputo coniugare alla perfezione la cultura del sigaro, la cultura del bere e l’arricchimento umano e personale.

Brava CFLI e bravo Aniello Buonincontro (Cigars & Tobacco)

Guarda la galleria fotografica su Facebook