Sono praticamente certo che moltissimi di voi conoscono Christian Eiroa, se non altro per il brand Camacho pre acquisizione Davidoff. Sono altrettanto certo però che pochi di voi conoscono realmente la tradizione di questa famiglia nel mondo del tabacco, la lunga militanza di Christian nel business dei sigari e la sua evoluzione negli ultimi anni. Un’evoluzione, un nuovo corso racchiuso in un solo termine: EIROA.

Questo brand nasce intorno al 2013 e vede per la prima volta il nome della famiglia Eiroa comparire sulla fascetta di un sigaro. La cosa di per sè non sarebbe poi tanto speciale, ma questa linea vuole offrire al consumatore una maggiore qualità rispetto al portafoglio C.L.E. esistente, e per farlo viene veicolato il nome di famiglia. Insomma sigari super-premium, di fascia alta che hanno nella linea EIROA la loro prima incarnazione, massima espressione anche del concetto di puro Honduras.

Un anno dopo (2014) arrivano gli EIROA CBT che riportano in vita un geniale progetto di Christian EIROA, i Triple Maduro tanto famosi sotto il brand Camacho. Passa ancora un anno e il 2015 è un anno speciale dal duplice significato, sono passati vent’anni da quando la famiglia Eiroa acquistò il brand Camacho rendendolo famoso e sono vent’anni che Christian Eiroa è nel business dei sigari.

Per celebrare questa data particolare il padre di Christian, Julio Eiroa, gli dona una partita di tabacco molto speciale che lui stesso ha fatto invecchiare nella sua manifattura. Christian non si lascia sfuggire l’occasione e utilizza questo tabacco per creare la sua terza linea, gli “EIROA – The First 20 Years” dal nome esplicativo e dalla produzione limitata.

Quando Christian annunciò l’uscita degli “EIROA The First 20 Years Colorado” in molti si sorpreso. La quarta linea EIROA infatti portava ancora il nome celebrativo The First 20 Years ma pochi sanno che Christian Eiroa voleva inizialmente creare il blend attorno a una foglia da fascia di una specifica tonalità Colorado (rossiccia) non disponibile a quel tempo, così quando finalmente riuscì a trovarla nacque la nuova riedizione Colorado. La quadratura del cerchio.

A rendere speciali questi EIROA First 20 Years Colorado non vi è solamente il fatto di utilizzare la foglia da fascia che Christian desiderava, sono anche un blend puro Honduras che contiene tabacco Authentic Corojo che tanto lustro ha portato alla famiglia EIROA. Su queste premesse e su quanto raccontato prima trovo che questo sigaro meriti di essere raccontato più per le sue qualità che per le note aromatiche.

Me ne rendo conto quando lo accendo e sgrano gli occhi sorpreso, una dolcezza fruttata e biscottata mi dà il benvenuto assieme a note di caramello, terra, legno nobile, spezie esotiche e tanto pepe elegante al naso. Un piccolo miracolo aromatico che dopo pochi millimetri scatena la sua furia aromatica, una furia non sgraziata o irruenta, perchè è potente e allo stesso tempo elegante. Ecco questo sua DNA che bilancia potenza sensoriale all’eleganza è la sua più evidente qualità.

Gli bastano pochi centimetri di braciere per costruire completamente la sua texture sensoriale dove intense spezie dall’effetto dry al palato (non fastidioso) primeggiano assieme a una sfumatura affumicata. Indubbiamente il Corojo presente nel blend lavora e si sente in tutta la sua espressività. Questa fase della fumata dall’effetto dry è però transitoria perchè quando il fumo diviene denso e vellutato, mentre il pepe in retroinalazione comincia a pompare come un V8 sovralimentato, emerge una dolcezza di fondo decisa che si amalgama con le spezie e trasforma il sigaro.

Si aggiungeranno poi delle note selvatiche che secondo il mio immancabile compagno di fumata, Giuseppe, sono tipiche del Corojo il cui DNA evidentemente non si smentisce. Tutto viene avvolto da quello che io e Giuseppe chiamiamo la nota di “tetta di mucca”, termine da noi coniato come summa di una serie di note aromatiche che collegate assieme restituiscono sensazioni e ricordi molto cari a chi, come noi, ha avuto un’infanzia arricchita da esperienze contadine.

Puff dopo puff si ammorbidisce e arrotonda lasciando emergere liquirizia e pelle in sottofondo, ma è il bengodi dolce, speziato e pepato che risalta su tutto lasciando chi fuma nel piacere più assoluto. Rispetto ad altre realizzazioni di Eiroa globalmente ha un’espressività meno dichiarata e più sottile ma al di là di qualsiasi cosa possa ancora scrivere, o raccontare, trovo che la descrizione più calzante sia “armonia pura” che perdura fino alla fine della fumata.

Sotto questa luce acquista una dimensione tutta da scoprire… e fumare.

Honduras

Honduras

IL VERDETTO - ECCELLENTE (EXCELLENT)

ECCELLENTE

MEDIUM-FULL

MEDIUM-FULL

RING GAUGE 50

LUNGHEZZA (inch)

MANIFATTURA - FACTORY

El Aladino

FASCIA - WRAPPER

Honduras Corojo Colorado

SOTTOFASCIA - BINDER

Honduras

RIPIENO - FILLER

Honduras

Pin It on Pinterest