Non capita spesso di imbattersi in sigari che definire unici o particolari non rende giustizia alle loro caratteristiche. Fra le tante novità presentate all’IPCPR dello scorso luglio ve ne è una che inspiegabilmente non ha avuto la risonanza che merita.

Presentato come estensione in tiratura limitatissima (solo 2.000 box) della linea Brazilia di CAO, ecco un sigaro particolarissimo, il CAO Amazon Basin.

Conosciamo meglio CAO e Rick Rodriguez

Cosa ha di tanto particolare? Nel suo blend è racchiuso un tabacco unico e rarissimo, coltivato in una remota regione della foresta tropicale Amazzonica. Il raro tabacco è denominato Braganca ed è coltivato naturalmente su un terreno tropicale e raccolto solo ogni tre anni rendendolo di fatto uno dei più sconosciuti tabacchi al mondo.

Dopo la raccolta il Braganca è arrotolato a mano in cilindri  e lasciato a fermentare per 6 mesi per poi essere trasportato in canoa verso la civiltà e la lavorazione. Un DNA selvaggio in ogni senso, da qui la sua unicità.

Come non bastasse il blend del CAO Amazon Basin prevede tabacchi da 5 differenti paesi, foglia da fascia Ecuador Sumatra, Sottofascia Nicaragua e ripieno dalla Rep. Dominicana, Colombia e Brasile (Braganca).

Ulteriore particolarità di questo sigaro è la sua fascetta ricavata da una foglia di tabacco arrotolata fino a formare un cordino che viene avvolto attorno al sigaro, conferendogli un tocco unico e rustico allo stesso tempo.

Non l’ho mai fumato ne probabilmente riuscirò mai a fumarne uno ma per le caratteristiche uniche sopra citate e l’indubbio fascino che emana merita di essere conosciuto da tutti voi.

Chi si cimenta nel recuperarne qualcuno?