Mi incollo al microfono di bordo: «MAYDAY, MAYDAY, MAYDAY, qui Vegafina Nicaragua, alfa zulu zulu uniform romeo romeo alfa. Chiedo soccorso per falla nella struttura aromatica. Nostra posizione 44° 09′ 23.64″ latitudine Nord, 13° 55′ 20.59″ longitudine Est» nella speranza che il mio messaggio venga raccolto e si attivino i soccorsi.

Sto naufragando? In verità NO, sta naufragando la mia fumata di questo Vagafina Nicaragua Robusto. Le premesse seppur non stratosferiche erano presenti e il piccoletto della serie non mi aveva deluso quindi contavo di bissare con questo fratellone invece non è stato all’altezza delle mie aspettative.

Vegafina-Nicaragua-RobustoLa partenza per la verità non è stata niente male, note leggere di legno e spezie che mi ricordano il cumino e il curry vengono accompagnate da lievi note tostate con uno “zic” di pepe giusto a segnalare che di Nicaragua stiamo parlando. Entrato in temperatura si rivela dolce, come di fichi secchi e la sua aromaticità speziata ha un che di esotico e intrigante, quasi asiatico nella sua espressione.

Arrivano a variare le prime note minerali e un effetto quasi balsamico rinfresca ad ogni boccata e un leggero fondo acidulo piacevole varia l’insieme che pian piano si sposta su una dominante legno, quasi erbaceo, che viene però controbilanciata da un crescente aumento della dolcezza globale e dell’enfatizzarsi delle note di caffè che nel frattempo sono arrivate.

La risultante globale che regala un effetto quasi caramellato improvvisamente crolla, si destruttura innescando una nota amaricante sbilanciata e per nulla piacevole che non abbandonerà più la fumata. Vani i tentativi di rallentamento dei puff e della corposità delle boccate, mi devo rassegnare a conviverci e nemmeno l’enfatizzarsi del finale su note tostate e di caffè nero salva la situazione.

Peccato perchè il piccoletto della serie mi aveva intrigato ma qua siamo al livello minimo sindacabile di godimento. La mia valutazione, peraltro “spintanea” e non spontanea lo fa entrare con la soglia minima per una recensione ma in commercio vi sono sigari decisamente più accattivanti e godibili… magari sono stato sfortunato…

MA CHI è COSTUI?

REP. DOMINICANA | VEGAFINA NICARAGUA Robusto | 50 RG x 5″ | Forza: Media | EURO 5,20
Manifattura: Tabacalera de García | Fascia: Nicaragua  Habana 2000, Jalapa – Sottofascia: Nicaragua Seco, Jalapa – Ripieno: Nicaragua Ligero Jalapa, Viso Esteli, Seco Jalapa

VALUTAZIONE – 85 – BUONO CON RISERVA

SIGARO BUONO

Buono BUONO (DA 85 a 86/100) – Buon sigaro per una simpatica fumata. Non entra in una rotazione costante nello Humidor.

Molto Buono MOLTO BUONO (Da 87 a 89/100) – Ottimo sigaro, sicuramente da tenere nello Humidor e su cui fare affidamento per una bella fumata. Entra di diritto nei sigari “Go-to” come direbbero gli Americani.

EccellenteECCELLENTE (Da 90 a 94/100) – Sigaro eccellente in cui armonia, esplosione aromatica e gusti sontuosi sono la parola d’ordine. Nel suo DNA vi è sicuramente qualcosa che affascina, appaga e travolge.

WOW FactorWOW Factor (Over 94/100 o per caratteristiche speciali) – Il WOW Factor, qualcosa di indimenticabile e che appaga a tal punto da lasciare un segno indelebile.

Pin It on Pinterest