La linea di punta del brand Nicarao, gli Exclusivo sono indubbiamente il fiore all’occhiello dell’intero comparto produttivo. Tabacchi selezionatissimi ed invecchiamento oltre la media sono la ricetta base che li rendono unici e strabilianti.

Dallo stesso sito della Nicarao Cigars ecco qualche indicazione:

  • Fascia – natural maduro a fermentazione lenta per più di 20 mesi ed invecchiamento successivo di oltre 2 anni.
  • Sottofascia e ripieno – tutte le foglie utilizzate nel blend sono definite “vintage” ed hanno un invecchiamento minimo di 5 anni. Il ligero utilizzato ne ha addirittura 9.
  • Produzione – limitata nei quantitativi per garantire massima qualità. Solo i torcedores più esperti sono abilitati al confezionamento degli Exclusivo, inoltre solo un quantitativo predefinito può giornalmente essere prodotto.

Ma ecco le parole dello stesso Didier Houvenaghel fondatore di Nicarao: “Confezionati con foglie vintage di una qualità eccezionale, i Nicarao Exclusivo rivelano un’ampia e complessa espressione aromatica con un’intensità di corpo da media a full. Il suo bouquet di profumi e sapori si fonde dolcemente in bocca in una dolce morbidezza. Nella sua melodia aromatica vi sono profumi animali, speziati, tostati, dolci, di caffè e di cioccolato ed una evoluzione rara oltre che equilibrata”.

Nicarao-exclusivo-diadema

NICARAGUA | NICARAO EXCLUSIVO Diadema Cajita exclusiva para Italia | 55 RG x 9 1/5″ | Intensità: Medio alta | EURO 30,00

By Nicarao Cigars

Manifattura Tabacalera Fernandez

Fascia Nicaragua Natural maduro Habano

Sottofascia Nicaragua

Ripieno Nicaragua

LA FUMATA

Arimatea, Giudea (vangelo secondo Nicarao 25:64)
Giuseppe d’Arimatea era un uomo ricco, agiato e in vista presso la sua comunità. In molti lo conoscevano ed era noto che seguiva gli insegnamenti di Nicarao di cui era un discepolo fedele, anzi il discepolo prediletto.

Fra i suoi amici più intimi vi era un tale, un certo Andrea il Giudeo, che poteva annoverare fra le persone a lui più fidate, a cui avrebbe affidato perfino la sua stessa vita. Un bel giorno Giuseppe convoca Andrea con lo scopo, non tanto celato, di renderlo partecipe di un segreto che custodiva oramai da lungo tempo.

Andrea il Giudeo & Giuseppe d'Arimatea

All’arrivo di Andrea alla sua umile dimora, dopo i saluti di circostanza, guardandolo dritto negli occhi Giuseppe gli porge un cofanetto di legno… e la storia ebbe inizio…

Giuseppe: Guarda Andrea, sai cos’è?

Andrea: No!

Giuseppe: Hai fra le mani il Santo Graal!

Andrea: Noooo, pensavo… pensavo che fosse un calice.

Giuseppe: Seeee, quella è una storiella che ho inventato per distogliere l’attenzione sul vero aspetto del Santo Graal. Ho convinto tutti che una coppa utilizzata per raccogliere il sangue di un tale che ho visto crocefiggere , un certo Gesù il Nazareno che professava essere il figlio di un Dio, fosse il Santo Graal e tutti vi hanno creduto…basta diffondere la voce giusta. Il vero Santo Graal lo tieni tu ora fra le mani e contiene il corpo di Nicarao. Apri…

Andrea: Ho, hoooooo. Spettacolo ma, ma è un sigaro!

Giuseppe: Te l’ho detto, è il corpo di Nicarao ed ora anche tu potrai diventarne parte bevendo…pardon, fumandolo.

Andrea: Scusa ma è un solo sigaro, che facciamo ci scambiamo la fumata e le salive in segno di pace?

Giuseppe: Miscredente! Sei il solito irriverente ma ti perdono. Guarda meglio fra le tue mani.

Andrea: Sono diventati due! Ma come hai fatto?

Giuseppe: Non sono io, è lui…Nicarao che si offre a te. Ora assaporerai il meglio, lui è  Uno e Trino allo stesso tempo.

Andrea: Scusa? Uno e trino? che è un punteggio a scopa?

Giuseppe: Se non la smetti faccio crocefiggere anche te… Uno e Trino, perchè è tre sigari in uno sotto tre forme diverse: Nicarao, Diadema e Didier lo Spirito Santo.

Andrea: Ahhhhh, ora mi è più chiaro… forse! Comunque ora che sono due me la accendo sì questa meraviglia e sentiamo un po’ come è un dio, il Nicarao Exclusivo Diadema. Urca boia…

Giuseppe: Ahò, Andrea la smettiamo? Non puoi imprecare al suo cospetto, poi cosa mai è successo?

Andrea: Nulla per la verità è che alle prime boccate a crudo non sembrava così tonico ma una volta acceso, dal primo millimetro, parte a bomba… hmmm, le hanno già inventate le bombe nella nostra epoca? Non fa nulla, è straordinario, esplode su note di pelle, spezie, terra, legno e pepe, un sigaro di tabacchi decisi e forti come mai ne avevo assaporati prima.

Giuseppe: Senti la sua impressionante dolcezza al palato? Lui ti sta parlando, sei partecipe del messaggio di Nicarao. Avverti il suo dialogo su 1000 sfumature di cacao, armonicamente fuse in un tutt’uno perfetto?

Andrea: Sì avverto la sua celestiale armonia, resto però sconvolto per la sua tonicità, è un Dio dalla mano decisa, non c’è che dire!

Giuseppe: Celestiale sì ma senti ora che tripudio di cacao e spezie dolci, su complesse note di terra e legno. Senti la sua carezza decisa ma gentile alla crema di caffè, sembra tostata in sottofondo…

Andrea: Giuseppe, ma scusa che è il caffè?

Giuseppe: O per la miseriaccia $%%££&! Sei proprio uno sprovveduto miscredente, non fa nulla… è una cosa buona, fidati.

Andrea: OK, nessun problema. Mamma mia, che piacere fumarlo. Ora si delinea meglio e sembra di gustarsi un tiramisù che sgronda liquido gustoso.

Giuseppe: Tiramisù???

Andrea: 1 pari, io non sapevo cosa fosse il caffè, tu non sai cosa sia il Tiramisù…fidati è una cosa buona! He he.

Giuseppe: Ora ti faccio sentire la mano di Dio sulla faccia, un marchio a 5 dita sulla guancia non te lo leva nessuno…

Andrea: Siamo amici non te la prendere, non ho resistito alla tentazione di burlarmi di te. Un gran sigaro comunque, la sua parola è camaleontica, sorprende ogni volta con parabole inaspettate. Ora ci sento cacao amaro e la dolcezza si è stemperata a favore di note più speziate ed anche di caramello.

Giuseppe: Un vangelo morbidissimo al palato, io avverto pane e lievito anzi mi ricorda la crosta del pane scuro di queste parti e sì, anche il caramello.  Un caramello però diverso dal solito, ha note minerali qua e là.

Andrea: Vero! Lo trovo tremendamente intrigante, alle note che avverti di pane e lievito io aggiungo che mi ricorda le mandorle tostate della colomba pasquale, che devono ancora inventare! Il pepe lo trovo meravigliosamente adagiato in sottofondo…

Giuseppe: ???

Andrea: Lascia stare stavo pensando a voce alta…

Giuseppe: Senti come cresce di corpo, come le sue parabole ora siano più incisive e divine?

Andrea: Lo sento, avverto la sua intensità, la sua mascolinità espressiva. Al contempo però mi sembra di percepirvi note di croissant, meravigliose.

Giuseppe: Stai ancora delirando?

Andrea: Ha, ha… No! Sto parlando di quei dolci a forma di…di…cornetto, morbidi e profumati, dolci e… lascia perdere un giorno capirai…ho avuto una visione dal futuro.

Giuseppe: Grande. Sei entrato in sintonia con il divino, sei un prescelto.

Andrea: Prescelto non lo so ma riesco a conversare con questo sigaro, ne sono affascinato, tremendamente affascinato. Parla di regni lontani, di terre lontane dove si coltivano strane sementi che chiamano cacao e caffè, dove le nocciole crescono rigogliose, insomma un paradiso… il paradiso di Nicarao.

Giuseppe: Hai visto la terra di Nicarao, ripeto sei stato prescelto ed ora sei un guardiano del Santo Graal. Un compito non facile ne privo di rischi ma se hai fede in lui riuscirai ad assolvere ai tuoi doveri. Lui ti ripagherà con tanta fede e amore e tanto, ma proprio tanto gusto fumoso.

Andrea: Lo farò con sommo onore e diffonderò anche la parola di Nicarao ma non prima di godermi anche queste ultime parabole alla mandorla amara…

Ai nostri giorni…

Nessuno ha ancora scoperto se sia veramente esistito il Santo Graal, che forma avesse e se Giuseppe d’Arimatea sia stato il suo primo custode. Non ha importanza che crediate a questa leggenda e sebbene la storia sia di pura fantasia avete comunque la possibilità di scoprire quanto di vero ci sia, quello che dovete fare è… comperare il Nicarao Exclusivo Diadema Cajita exclusiva para Italia… buona ricerca!

IL VERDETTO – WOW FACTOR

wow-factorMolto più di un semplice sigaro, una esplosione aromatica camaleontica, varia e divertentissima. Una fumata profonda e complessa che soddisferà i palati più esigenti carezzando con la sua dolcezza anche i più timidi.

Mai prevedibile riesce sempre a sorprendere il fumatore con qualcosa di nuovo ad ogni puff, grazie ad un blend magistralmente realizzato che snocciola con grazia ed eleganza note animali, di spezie, tostate, dolci, di caffè, di nocciola, di cioccolato amaro, di lievito, di pane, insomma tantissima “roba” armonicamente fusa e bilanciata per un’infinita goduria sensoriale.

Lo definisco un capolavoro e sicuramente una delle fumate più gratificanti del 2015. Un grazie di cuore all’amico Giuseppe Stucchi per avermi offerto la fumata, te ne sarò riconoscente per sempre!

 

 

Pin It on Pinterest