Il Brasile è la somma meravigliosa di ogni possibile contraddizione: in ogni uomo veramente brasiliano scorre un sangue ricco di fermenti europei, africani, indios, meticci, ed è proprio questo che rende il Brasile così magicamente colmo di luci ed ombre, così fragile, allegro, violento, e tuttavia così impossibile da dimenticare“. (Jorge Amado)

Io che nemmeno lontanamente possiedo le doti di scrittore di Amado posso solo apprezzare, da lettore, queste bellissime parole che possiedono il dono di racchiudere il fascino e la bellezza che il Brasile ha da sempre esercitato su chiunque di noi.

Nulla resta immune a questa “Brasile magia”, perfino un sigaro dichiaratamente a tema come il Davidoff Escurio. Fumando il Gran Toro sono rimasto contagiato dalla sua stupenda “macumba”, che mi ha lasciato fantastici ricordi ma anche il desiderio di fumarne molti altri.

Detto fatto così oggi vi racconto la mia personale macumba, magia che racchiude i suoni, i colori, profumi e sapori del Brasile. Una magia positiva che avvolge il fumatore fin dall’accensione proiettandolo in un’atmosfera ovattata, una sorta di dolce carezza sensoriale meravigliosamente speziata. Sarà la magia del Brasile trasformata in sigaro?

Note delicate ma complesse di legno, cacao e spezie esotiche si fondono in una lieve terrosità diffusa e in una stupenda dolcezza fruttata che delizia il palato ad ogni boccata.

Sono inebriato e posseduto da questa magia, da questa goduria di medio corpo che in questo formato sembra far brillare di luce propria il blend. Il sigaro brasiliano centrico più unico e particolare che abbia mai fumato, una new age Davidoffiana che apprezzo veramente e di cui ho ampiamente parlato nella recensione del Gran Toro Escurio.

Gli influssi della macumba prendono sempre più corpo e le note di terra, cacao, spezie esotiche e frutta cominciano a miscelarsi, a danzare con i miei sensi al ritmo della samba nella surreale realtà in cui sono proiettato.

Mata-me de rir, Fala-me de amor, Songes et mensonges, Sei de longe e sei de cor…

Una meravigliosa e delicata nota agrumata in sottofondo completa la paletta aromatica ed io mi abbandono al ritmo della danza senza più alcuna remora.

Inutile dilungarsi in strane descrizioni o pippe degustative, questo Davidoff Escurio è semplicemente una meraviglia sensoriale da assaporare… e basta!

Morbidissimo ed elegante, un capolavoro in cui tutto si traduce in una coccola macumbiana (si può dire? mah…) che carezza il palato e il naso in retroinalazione.

Nella parte centrale non cambia il ritmo, cambiano le ballerine di samba ed ora le spezie esotiche guidano la coreografia. Nella piacevolezza delle mie allucinazioni da macumba vedo me stesso assecondare i cambiamenti godendomi l’estasi del momento assaporando il cacao e la frutta sempre più evidenti in sottofondo.

Il ritmo ripeto non si è stravolto, ballerine a parte, non è divenuto più frenetico bensì più sensuale e coinvolgente, una macumba davvero intrigante che rapisce e affascina al tempo stesso.

Improvvisamente il cacao, con una punta di caffè e caramello cambiano i passi della danza e segnano anche l’ingresso nella parte finale della fumata caratterizzata fra le altre cose da un tocco di acidità fruttata che amplifica le sensazioni.

Avverto il suo divenire più maschio e deciso in fumata senza però scomporsi, rimane impassibile come solo un signor sigaro ben strutturato sa fare.

La macumba purtroppo sta per finire mentre subentra una nota tostata ed il tutto lascia la sensazione di sgranocchiare i chicchi di caffè. Variegate note di spezie dolci accompagnano il fumatore in una sorta di caleidoscopio sensoriale che sembra non avere mai fine. Provare per credere.

Poi la magia svanisce, le nebbiolina ovattata che mi avvolgeva si dirada e mi ritrovo un mozzicone fra le dita che devo, a malincuore, buttare via. Alla prossima Escurio Robusto.

ENGLISH REVIEW

Nothing escapes to this “magic Brazil”, even this Davidoff Escurio whose DNA touch the soul of Brasil. When I smoked the Gran Toro I was infected by its beautiful “Macumba”, which left me fantastic memories but also the desire to smoke many others.

I’ve done it so today I will tell you about another macumba, something magic that encloses the sounds, colors, scents and flavors of Brazil. A positive macumba that surrounds the smoker from the gate and projecting him in a muffled atmosphere, a kind of sweet wonderfully spicy sensorial caress. Is it the magic of Brazil transformed into cigar?

Complex but delicate notes of wood, cocoa and exotic spices come together in a slight earthiness background and in a wonderful fruity sweetness that delights the palate at every single puff.

I’m inebriate and possessed by this macumba, by this medium-bodied pleasure that in this format seems to shine the blend. The most unique and special Brazilian centric cigar I’ve ever smoked, a Davidoff’s new age that I really appreciate on which I have spoken extensively in the review of the Gran Toro Escurio.

The influence of the macumba increase in body and notes of earth, cocoa, exotic spices and fruits begin to merge, to dance with my senses on the samba rhythm on the surreal reality in which they projected me.

Mata-me de rir, Fala-me de amor, Songes et mensonges, you de longe and six de cor …

A wonderful and delicate citrus note in the background complete the texture and I leave myself to follow the rhythm of the dance without any hesitation.

Don’t loose time on strange descriptions or tasting, this Escurio Davidoff is simply a goddess to enjoy… and that’s it!

Smooth and elegant, a masterpiece in which all translates into a macumba’s cuddle (may I say this? mah …) that caress the palate and nose on retrohale.

In the central part the rhythm does not change, the samba dancers change and exotic spices now guide the choreography. The pleasantness of my macumba see myself following the changes, enjoying the ecstasy of the moment tasting the cocoa and fruit notes that now shines in the background .

A sensual and engaging macumba that captivates and fascinates at the same time.

Suddenly the cocoa, with a hint of coffee and caramel, change the feel and also mark the entrance in the final part of the smoke characterized, among other things, by a touch of fruity acidity that amplifies the sensations.

Unfortunately the macumba coming to an end and takes over a toasted note and it’s like munching coffee beans. Varied sweet spices notes accompany the smoker into a sensorial kaleidoscope that never seems to end. Try to believe.

Then the magic fade away and I find myself with a cigar nub between my fingers that reluctantly I throw away. See you soon Escurio Robusto.

 

Rep-Dominicana

Rep. Dominicana

IL VERDETTO - ECCELLENTE (EXCELLENT)
  • Medium full

Ring Gauge

Pollici

MANIFATTURA - FACTORY

Tabadom

FASCIA - WRAPPER

Ecuador Habano

SOTTOFASCIA - BINDER

Cubra Brasile

RIPIENO - FILLER

Cubra e Mata Fina brasiliano, San Vicente – Piloto e Olor/Piloto Dominicano

Se ti è piaciuto questo post gentilmente condividilo utilizzando i pulsanti sottostanti. Condividere non è un’operazione da cervelloni dell’MIT, non ti porterà via troppo tempo, è sicuramente facile e non ti costa nulla ma certamente mi aiuterà a crescere.

If you enjoyed this post please share it using the buttons below. Sharing doesn’t require an MIT brain, it’s fast, easy and free but it help me to grow my audience.

Pin It on Pinterest