Fumando la linea Revelation e specialmente questo sigaro non riesco a fare a meno di pensare alla  frase, tratta dai Vangeli, “nemo propheta in patria”. L’espressione vuole indicare la difficoltà delle persone di emergere in ambienti a loro familiari (in patria..) e a me viene alla mente come, specialmente all’estero, questa linea sia costantemente e inspiegabilmente soggetta a critiche per questo suo essere “medio” a tutto tondo.

Del portafoglio Ashton il comparto Nicaraguense Paradiso (i.e. San Cristobal negli USA) è attualmente uno dei più centrati in assoluto. Tre linee, la Paradiso normale dalle connotazioni full-body e di forza piena è adatta a fumatori alla ricerca di emozioni forti, la Revelation di corpo e forza media si esprime in modo elegante e soddisfa un altro e diverso gruppo di fumatori mentre la terza invece, la Elegancia, dalla fascia Connecticut è adatta a fumatori che ricercano sigari di corpo medio e forza leggera.

Tre linee in grado di coprire i gusti della stragrande maggioranza degli appassionati fumatori di sigaro. Io amo la Revelation, amo questa linea, amo la sua eleganza e sottigliezza aromatica, amo il suo essere “medio” a tutto tondo ma noto spesso che il suo gradimento, specialmente negli USA, non è dei più elevati adducendo i più svariati e ingiusti motivi.

Paradiso-Revelation-ProphetSenza entrare nel merito dei giudizi personali, dio me ne scampi, io voglio invece prenderne le parti. Come un novello Mosè mi piace immaginarmi con un Prophet acceso fra le labbra, diffondendo il verbo al popolo degli aficionados e a suon di puff, alzando le braccia al cielo, divido le acque per far passare il mio popolo, popolo che ama i sigari di corpo e forza media.

Gli altri? Non ne abbiano a male ma restano a galleggiare sul lato sinistro del mare, che ho appena diviso, coloro che amano i sigari leggeri mentre sul lato destro coloro che amano i sigari di forza piena. Noi? Noi attraverseremo il mare approdando su una terra media, una terra di godimento e sollazzo personale. Tiè!

Ironia a parte questo sigaro sa farsi amare, sin dal primo approccio olfattivo con delicate note di Tè, cacao, spezie e pelle. Questa delicatezza fa da contraltare, una volta acceso, ad una decisa componente pepata che nella retroinalazione sferza la cavità nasale con un impeto che sorprende.

La prima parte della fumata si assesta su note di legno antico con una dolcezza di sottofondo, alla nocciola e spezie, che riesce a carezzarmi nel profondo suscitando emozioni intense che mi portano a guardarlo e sorridere felice. Dopo meno di un centimetro di braciere però la musica cambia, parte a manetta la cremosità e note di caramello e cannella fanno capolino nella variegata espressione aromatica.

Sgrano gli occhi e involontariamente dalla mia bocca esce un sonoro “ho hooooo” di piacere. Resto ammaliato da questa mattonella box pressed, dalla sua evidente cremosità che riveste a lungo il palato e dalla sua elegante, bilanciata ma intensa espressività. Mi ricorda delle caramelle che mangiavo da bambino, le “toffee” che da noi chiamiamo “mou”… le ricordate anche voi?

Proseguendo nella fumata si carica di corpo, diventa più terroso e le note di Tè diventano molto più evidenti, ma resta pur sempre una meravigliosa coccola al cacao, nocciola e cannella che mi spinge delicatamente verso la parte centrale della fumata.

In questa fase, a essere sincero, non cambia drasticamente, non evolve nel senso comune del termine. Piuttosto si avvia verso una progressione e incremento di corpo e sapori, una sorta di antico “progressive-flavor” tanto caro (in tempi lontani) alla scuola cubana. La nota positivissima è che resta sempre di una piacevolezza infinita, bilanciato e elegante.

Solo verso la fine della parte centrale percepisco note che mi ricordano i chiodi di garofano e che si mischiano al cacao e alla base caratterizzata dal legno. Arrivano però anche le prime note di caffè, da buon Nicaraguense, e… “booonfff”…sobbalzo trasalito! Ero assorto nei miei pensieri quando la torre di solidissima cenere, che non accennava a staccarsi pur avendo raggiunto una ragguardevole lunghezza, cade con un tonfo sordo. Guardo fra i miei piedi il mucchietto di cenere “spantegato” in terra e non posso fare a meno di pensare a quanto fosse pesante visto il rumore che ha fatto, sono decisamente impressionato.

Continuo la fumata che ora è dominata dal caffè su una componente speziata agli anacardi che si fa più leggera e pastosa, puff dopo puff si fonde, si amalgama in un sottofondo gustosissimo di cannella e nocciola. Tutto si ispessisce, diventa quasi pastoso, masticabile e godurioso. Poi… poi… tutto finisce perchè non riesco più a tenerlo fra le dita, mi scotto, dovrei avere uno “spiedino” per sostenerlo e non bruciarmi le dita. Alla fine vince lui e lo devo abbandonare.

Peccato! Sì peccato che sia finita e tutto ciò che mi resta sono le sue due bellissime fascette. Coloratissime e intricate come un’opera d’arte esotica sembrano parlarmi, raccontano di luoghi lontani, di mari sconosciuti solcati da antichi velieri, di tesori nascosti, di una natura primordiale dai colori sgargianti e di emozioni primordiali.

Dobbiamo solo avere voglia di scoprirle, di scoprire una terra che io ho già raggiunto e che amo, la terra di mezzo per cui ho diviso le acque…vi aspetto sulle sue sponde!

MA CHI è COSTUI?

Paradiso-Revelation-Prophet-sigaro

NICARAGUA | PARADISO REVELATION Prophet | Manifattura: My Father Cigars S.A. | 54 RG x 5.25″ | Fascia: Ecuador Sumatra – Sottofascia: Nicaragua – Ripieno: Nicaragua | Forza: Media | EURO 8,25 | Cigars & Tobacco

VALUTAZIONE – 91 – ECCELLENTE

SIGARO ECCELLENTE

Buono BUONO (DA 85 a 86/100) – Buon sigaro per una simpatica fumata. Non entra in una rotazione costante nello Humidor.

Molto Buono MOLTO BUONO (Da 87 a 89/100) – Ottimo sigaro, sicuramente da tenere nello Humidor e su cui fare affidamento per una bella fumata. Entra di diritto nei sigari “Go-to” come direbbero gli Americani.

EccellenteECCELLENTE (Da 90 a 94/100) – Sigaro eccellente in cui armonia, esplosione aromatica e gusti sontuosi sono la parola d’ordine. Nel suo DNA vi è sicuramente qualcosa che affascina, appaga e travolge.

WOW FactorWOW Factor (Over 94/100 o per caratteristiche speciali) – Il WOW Factor, qualcosa di indimenticabile e che appaga a tal punto da lasciare un segno indelebile.

Pin It on Pinterest