Per la prima volta il brand MoyaRuiz Cigars annuncia un sigaro che si fumerà esclusivamente nei suoi eventi. Normalmente non promuovo questa tipologia di sigari e per ovvi motivi, non riusciremmo mai a fumarli ma questa volta faccio una eccezione.

Questo sigaro infatti nasce come palese risposta alle nuove regole che la FDA (U.S. Food and Drug Administration) vorrebbe imporre al mercato dei sigari (non solo) nel mercato USA e che causerà notevoli cambiamenti.

Per questo motivo parte dei proventi di vendita del Civil Disobedience saranno donati alla Cigar Rights of America (CRA).

Il nome Civil Disobedience prende spunto da un trattato di Henry David Thoreau, filosofo del 19° secolo, la cui immagine campeggia sulla confezione dei sigari.

Civil disobedience è il proattivo e professato rifiuto di obbedire e sottostare a certe leggi, imposizioni del governo. Una simbolica e rituale violazione. L’immagine di Henry David Thoreau è stata scelta grazie al suo trattato sulla disobbedienza civile che influenzò perfino personaggi del calibro di Tolstoy, Gandhi e Martin Luther King Jr. A seguito dei recenti avvenimenti nella nostra industria ci siamo sentiti in dovere di creare un sigaro che portasse il suo nome. Il Civil Disobedience è il nostro primo sigaro esclusivo per gli eventi della MoyaRuiz Cigar” afferma nella press-release la MoyaRuiz.

I Civil Disobedience hanno fascia Ecuador Habano, sottofascia e ripieno dal Nicaragua. Unico il formato, Robusto, e confezionamento morbido da 10 sigari. Prezzo di commercializzazione previsto: 59,99$. Come il resto della produzione della MoyaRuiz il sigaro è prodotto presso la manifattura La Zona di Erik Espinosa.

Quando una normativa è profondamente ingiusta e riduce la nostra libertà, noi dobbiamo disobbedire” afferma la MoyaRuiz Cigars.