Intervista a Paul Maldonado della The Maldonado Dinasty in esclusiva per Facciamo Puff

Written by Andrea Zambiasi

Fumatore seriale di sigari. Rascal inside!

Alle volte i Social Network sono una autentica sorpresa ed un veicolo foriero di informazioni e di occasioni per conoscere nuove persone. Abbattono le barriere dello spazio, accorciano le distanze e aiutano ad instaurare nuove amicizie.

A me è capitato su Twitter dove ho conosciuto Paul Maldonado, della The Maldonado Dynasty, un brand che veicola il “buon” vivere ed il piacere del lusso a 360 gradi. Sono diventato amico con il fondatore del brand, Paul Maldonado, profondo amante delle cose belle e del nostro paese, con lui ci scambiamo immagini di piatti italiani, di opinioni sui sigari e sul mercato. Dalle chiacchierate ad una vera e propria intervista il passo è stato breve…

La Maldonado Dynasty veicola prodotti di lusso da loro sviluppati, per uomo e donna, oltra ad una loro linea di sigari denominati “Mogul” e definiti Ultra Luxury Cigars. Sono prodotti nella Rep. Dominicana dalla La Aurora. Per maggiori informazioni consultate il loro sito web: http://www.maldonadodynasty.com/

(Inervista in doppia lingua Inglese & Italiano ma perdonatemi per la “pessima” traduzione)

Paul Maldonado, may you tell me something about your life and your Maldonado Dinasty? How and when the concept born?

My life has been one of great passion and romance, after all, what is life without passion and romance, and The Maldonado Dynasty is a clear reflection of that essence, from our Ultra Luxury Cigars to our Elegant fragrances; it’s the embodiment of Class, Luxury, and Style.

The idea came to me when I decided to take a break from directing music videos and commercials; I took a trip to a different country to clear my mind.  I tell people all the time to listen to the voice inside, that inspires you to walk the path of your destiny.  And when I was traveling, an idea came to my mind – so small in fact – that I ignored it for a few weeks.  But that idea kept growing in my mind until I finally had to pay attention to it.  I remember asking myself: “what is this?  What am I supposed to do with this?  Where’s this coming from?”  And it came to me right when I was searching for a new path in life, so I felt I had to pay attention to this idea more closely.  As it turns out, it was the beginning of what has become a Legacy of World-Class Luxury and Elegance.

Paul Maldonado, ci puoi raccontare qualcosa della tua vita e della tua Maldonado Dinasty? Come e quando questo progetto è nato?

La mia vita è stata piena di grande passione e romanticismo, dopo tutto cosa sarebbe la vita senza passione e romanticismo, e Maldonado Dynasty ne è una diretta conseguenza, dai sigari Ultra Luxury ai nostri profumi eleganti; è l’incarnazione di Classe, Lusso e Stile.

L’idea mi è venuta quando decisi di prendere una pausa dalla mia attività di regia di video musicali e spot pubblicitari; Intrapresi un viaggio in diversi paesi per liberare la mia mente. A tutti dico sempre di ascoltare la propria voce interiore, voce che ispira e porta a percorrere la strada del tuo destino. Quando ero in viaggio, un’idea mi è venuta alla mente – molto piccola in realtà – tanto che l’ho ignorata per un paio di settimane. Ma questa idea continuava a crescere nella mia mente e alla fine ho dovuto prestarle attenzione. Ricordo che mi chiesi: “che cosa è? cosa dovrei farci? Da dove salta fuori?” Arrivò proprio quando ero alla ricerca di una nuova strada nella mia vita, così ho sentito che dovevo prestarle attenzione. Quando si chiarì tutto, divenne l’inizio di quello che chiamerei una fusione di lusso a livello mondiale ed eleganza.

Paul Mladonado

May you explain me when you decide to get into the Cigar industry? Like a cigar smoker when your passion started?

I really didn’t plan to get into the cigar industry at all.  Not once, did the thought cross my mind but when the idea of The Maldonado Dynasty came to me, I just had to figure out what this idea was about exactly.  In that exploration, I discovered that it should revolve around my love of cigars, and that became clear to me, when I walked into a cigar shop in my travels abroad.

As a cigar smoker, it had to do with the influence of an old friend, who apparently thought that cigar smoking was going to be a big part of my future – she was right.  After that, I wanted to try every cigar out there!  I began to explore more cigars; I recall older men would laugh at me because I was so young, with a big cigar in my mouth; smoking like a pro.  It was something that became part of me instantly.

Ci puoi raccontare quando hai deciso di entrare nel mondo dell’industria del sigaro? Da appassionato fumatore di sigari quando la tua passione è cominciata?

Non ho mai realmente pianificato di entrare nel business dei sigari. Mai una volta questo pensiero aveva attraversato la mia mente, ma quando l’idea della Maldonado Dynasty è arrivata, ho dovuto cercare di capire che cosa questo concetto rappresentava esattamente. In questa esplorazione interiore ho realizzato che doveva anche ruotare intorno al mio amore per i sigari, e tutto divenne per me molto più chiaro quando entrai in un negozio di sigari nel mio viaggio all’estero.
Il mio trascorso da fumatore di sigaro ha a che fare con l’influenza di una vecchia amica, che a quanto pare pensava che fumare sigari avrebbe influenzato gran parte del mio futuro – aveva ragione. Dopo questa prima esperienza ho voluto provare ogni sigaro in cui mi imbattevo! Ho cominciato a esplorare questo mondo; Ricordo che uomini più anziani ridevano di me perché ero così giovane, con un grosso sigaro in bocca, fumando come un professionista. Era qualcosa che è diventato parte di me immediatamente.

Which projects you have for the Maldonado Dynasty in the next future? Do you have a goal for your Maldonado project?

Right now, we are getting ready to launch our Seductive Signature Fragrance.  It’s been hard work; working with multiple states within the U.S. and China to piece the entire project together but I feel just as passionate about our Fragrance, as our cigars.  We actually had the fragrance ready a couple years back but we started to realize that quite a few women were falling in love with it when I wore the fragrance around them – they even asked if the fragrance was something that women could also wear.  So after such a huge response from women, I decided to work on a new bottle, to make it more appealing for both Men and Women and we did just that.  It’s very exciting because we already have shops interested in distributing our Sexy fragrance.

We also have our Very Stylish Sunglasses coming out this year!  I designed something that I personally enjoy wearing everyday, something that truly compliments The Maldonado Dynasty style.  And I decided to lend “The Mogul,” name to the Eye Wear too, because they’re handcrafted for a person with discriminating taste that exudes a powerful essence and it just made sense to me.  So keep an eye out for those Mogul Sunglasses.

My goal is to keep building our Luxury brand so that it reaches all over the world with an appeal of Elegance and Class.  I want to reach the height of my vision and make it all come true.

Quali progetti futuri hai in serbo per la Maldonado Dynasty? Hai un obiettivo per il tuo progetto Maldonado?

Al momento siamo pronti per il lancio ufficiale del nostro nuovo profumo Seductive Signature. Non nascondo che è stato un lavoro duro specialmente lavorando in diversi paesi sia negli U.S. che in Cina cercando di dare una identità a tutto il progetto ma sono altrettanto appassionato di profumi come lo sono di sigari.  In realtà il profumo era già pronto un paio di anni fa ma cominciai a realizzare che non poche donne apprezzavano la fragranza quando la utilizzavo – inoltre chiedevano se il profumo era anche confezionato per loro.  Così dopo questo enorme apprezzamento femminile, ho deciso di lavorare ad un nuovo flacone, per renderlo più attraente sia per gli uomini che per le donne ed alla fine lo ottenni.  La cosa eccitante è che abbiamo già negozi interessati a distribuire la nostra fragranza sexy.

Quest’anno abbiamo anche in uscita la nostra linea di occhiali da sole! Ho progettato qualcosa che a me personalmente piace indossare tutti i giorni, qualcosa che realmente completi lo stile Maldonado Dynast. Ho deciso di dare il nome “The Mogul,” alla linea di occhiali, perché sono creati per una persona dai gusti decisi che emanano la sua personalità e questo aveva senso per me. Quindi tenete d’occhio i nostri Sunglasses Mogul.

Il mio obiettivo è quello di continuare a far crescere il nostro marchio di lusso in modo che raggiunga tutto il mondo divulgando eleganza e classe. Voglio raggiungere il mio sogno, la mia visione e far si che tutto si avveri.

Paul Maldonado

Talking about cigars, may you tell me more about your Maldonado Dynasty “Mogul”? Where his name comes from? How you developed the blend?

“The Mogul,” is a nickname, a good friend has called me for years.  I never understood why he called me that but he apparently knew something about me that I was not aware of back then.  I laugh to myself, when I think about that nickname and how that became the name of our Premier Luxury cigar.

The blend took a long time, everything with me usually takes a long time to get perfect.  The whole process was new to me and all I knew, was that I wanted a Brazilian wrapper because that leaf is so rich in flavor and had the characteristics I was looking for in our first cigar.  After that, it was the old factory working closely with me, to guide me to the right binder and filler – in fact, this was the first time I heard of Peruvian tobacco – which I’ve come to Love very much.  I was so impressed with the combination that I immediately knew I had a winner and I went with this Exotic blend.

Parlando di sigari, può dirmi di più sul tuo Dynasty Maldonado “Mogul”? Da dove deriva il suo nome? Come avete sviluppato il blend?

“The Mogul” è un soprannome che un mi affibbiò un mio buon amico e che utilizzò per anni.  Non ho mai realmente compreso perché lo facesse ma evidentemente sapeva di me qualcosa che io stesso non conoscevo.  Sorrido se penso che questo nickname sia ora parte del nome del nostro Premier Luxury cigar.

Il suo blend ha richiesto molto tempo, quasi tutto con me richiede parecchio tempo per perfezionarsi.  L’intero processo era fra l’altro nuovo per me e l’unica cosa che apevo era di volere una foglia da fascia Brasiliana perchè quel tabacco è così ricco in aromi e sapori che desideravo quelle caratteristiche nel nostro primo sigaro. Dopo questo è stata una storica manifattura a guidarmi e consigliarmi verso il giusto sottofascia e ripieno – infatti fu la prima volta che conobbi il tabacco Peruviano – che finii per amare moltissimo.  Fui talmente colpito dalla combinazione che mi resi conto immediatamente sarebbe stato un successo, così scelsi questo esotico blend.

Mogul Cigars

Right now you choose the Dominican Republic to produce your Mogul, why you choose this country instead of Nicaragua or Honduras? May tell me the story behind this decision?

I have a lot of confidence in the Dominican Republic, especially when you consider that the first families to migrate out of Cuba, landed in the Dominican Republic and the expansion all began there – not to mention that La Aurora is a big part of that historical moment.  I felt this was the right move for The Maldonado Dynasty.

I also actually studied high school in the Dominican Republic!  I am originally from Los Angeles but for some reason, my family and I had a chance to live out there, so I had the privilege of studying abroad in a private school IN Santiago; which is where La Aurora is based out of and the whole cigar movement of the Dominican Republic.  So when it came time to decide where to have our cigars made, it was an easy decision: the Dominican Republic.  It also helped that I had some great friends who live there, they helped us get in touch with the right people and it all started working.

Al momento hai scelto la Repubblica Dominicana per produrre il Mogul, perché hai scelto questo paese invece del Nicaragua o dell’Honduras? Può dirmi la storia dietro questa decisione?

Ho molta fiducia nella Repubblica Dominicana, in particolare se si considera che le prime famiglie a migrare fuori da Cuba arrivarono nella Repubblica Dominicana e da qui tutto cominciò – non posso non menzionare che La Aurora ebbe un grande ruolo in questo storico momento. Sentivo che fosse la giusta scelta giusta per Maldonado Dynasty.

In realtà ho anche studiato in un liceo nella Repubblica Dominicana! Sono originario di Los Angeles, ma per qualche ragione la mia famiglia ha avuto la possibilità di vivere là, così ho avuto il privilegio di studiare all’estero in una scuola privata di Santiago; che è dove risiede la manifattura La Aurora e da cui partì tutta l’industria del sigaro della Repubblica Dominicana. Così, quando è arrivato il momento di decidere dove far realizzare i nostri sigari la decisione è stata facile: la Repubblica Dominicana. Ha anche aiutato il fatto che ho alcuni grandi amici che vivono lì, ci hanno aiutato a entrare in contatto con le persone giuste e tutto ha iniziato a muoversi.

How you met La Aurora that actually produce your Mogul (if I’m right)?

Yes, La Aurora handcrafts “The Mogul,” for us and it’s such a dream come true for me personally.  We are very much still new to this cigar industry and for Mr. Leon to take a chance with The Maldonado Dynasty, makes me very grateful.

I actually met Mr. Guillermo Leon on Twitter.  Twitter has been such a great driving force for us, we have met so many great people and made such great new friends from it.  At first, I didn’t personally speak with Mr. Leon but I secretly wanted La Aurora to make our cigars from the very beginning.  I told myself to wait until we grew the brand a little more, before reaching out to him – and then all of sudden, we have this opportunity to move our production there and I jumped all over it.  I remember the first time I spoke to Mr. Leon, I was a bit taken back because after all, it was Mr. Guillermo Leon I was speaking with on the phone.  He was incredibly-kind and a tremendous gentleman, that I actually forgot I was talking to an icon for a while there, and that is what always draws me to him: how personable and classy he is.  He has been patient with us as we grow our brand.

Come hai conosciuto La Aurora che attualmente produce i tuoi Mogul (se non mi sbaglio)?

Si, La Aurora produce i “The Mogul” per noi e si tratta di un sogno che diventa realtà per me. Siamo nuovi nell’industria del sigaro e sarò sempre grato al signor Leon di averci dato una possibilità con la Maldonado Dynasty.

Io in realtà ho incontrato Mr. Guillermo Leon su Twitter. Twitter è stata una grande forza trainante per noi, abbiamo incontrato tante persone fantastiche e conosciuto tanti nuovi amici con esso. In un primo momento non ho parlato personalmente con il signor Leon ma segretamente volevo che fosse La Aurora a produrre i nostri sigari fin dall’inizio. Mi sono detto che fosse meglio aspettare fino a quando fossimo cresciuti di più con il marchio, prima di arrivare a lui poi all’improvviso abbiamo avuto l’opportunità di avviare la nostra produzione lì e mi ci sono buttato a capofitto. Mi ricordo la prima volta che ho parlato con il signor Leon, ero un po’ titubante perché, dopo tutto, era il signor Guillermo Leon con cui stavo parlando al telefono. Fu con me incredibilmente gentile, un gentiluomo, tanto che in breve dimenticai con chi stavo parlando e questo è ciò che mi attira sempre di lui: quanto sia gradevole e di classe. Fu paziente con noi mentre crescevamo come marchio.

How you developed your blend? Which kind of tobacco you like more?

I feel when you develop a blend, it’s good to be very clear about what you have in mind.  Now that I have more experience, I will approach it a little differently but when I first started out, I knew I wanted something in the medium range with a rich complexity.  I knew I wanted Brazilian Arapiraca wrapper and I used those requirements to reach my goal.  With the next blend, I have a very particular flavor in mind that I will work closely with La Aurora to develop in the future.

I don’t have an exact preference yet because I feel every tobacco has its own identity; some tobaccos are sweeter, while others are stronger and some marry well and some simply do not.  But for some reason, Arapiraca stood out in my mind because of its rich chocolate, coffee, slight spicy nutmeg flavor profile.  I just have a love for all the tobacco out there: the Ecuadorian Sumatra resonates with me, as does the sweetness off the Peruvian leaf.  And of course there’s Connecticut Broadleaf and Dominican Corojo.  There’s so much out there, that it all depends on what you feel like enjoying that day.

Come hai sviluppato il tuo blend? Quale tipologia di tabacco prediligi?

Reputo che quando si sviluppi un blend si debba essere molto chiari su quello che si ha in mente. Ora che ho più esperienza approccerei la cosa diversamente, ma quando ho iniziato ho capito che volevo qualcosa di medio corpo ma con una ricca complessità. Sapevo che volevo la fascia Brasiliana Arapiraca e l’ho utilizzata per raggiungere il mio obiettivo. Per il prossimo blend ho un aroma particolare in mente su cui lavorerò a stretto contatto con La Aurora per svilupparlo.

Non ho preferenze precise perché reputo che ogni tabacco abbia una sua identità; alcuni tabacchi sono più dolci mentre altri sono più forti, alcuni si sposano bene e alcuni semplicemente non lo fanno. Ma per qualche motivo il tabacco Arapiraca spiccava nella mia mente per le sue ricche note di cioccolato, caffè, e un leggero profilo aromatico di noce moscata piccante. Amo tutto il tabacco esistente: l’Ecuador Sumatra mi affascina così come la dolcezza delle foglie peruviane. E naturalmente c’è il tabacco Connecticut Broadleaf e il Corojo Dominicano. C’è così tanto là fuori che tutto dipende da quello che si ha voglia di godersi quel giorno.

Do you have a preferred size on cigars? And why?

I enjoy a lancero because of its elegant appearance and its concentration of flavor.  But I have to admit, I am partial to a Churchill from time to time because it reminds me of all the men who would laugh at me, a 22-year-old kid, smoking a cigar that looked bigger than my head.

I have something special in mind for “The Mogul,” as a limited release in the future if I get a chance to develop it.  The idea came to me after I noticed a certain occurrence when enjoying a Mogul during a busy work day.  Stay tuned.

Hai un formato preferito nei sigari? E perchè?

Mi piace molto il Lancero per il suo aspetto elegante e la concentrazione dei sapori. Ma devo ammettere che ho un debole per i Churchill, di tanto in tanto, perché mi ricordano il periodo in cui tutti ridevano di me, un ragazzino di 22 anni, mentre fumavo un sigaro che sembrava più grande della mia testa.

Ho qualcosa di speciale in mente per “The Mogul”, come una edizione limitata in futuro se avrò la possibilità di svilupparla. L’idea mi è venuta in mente mentre mi godevo un Mogul nel corso di una giornata di lavoro. Rimanete sintonizzati.

Like a business man into the cigar industry, what do you see is going on into it? How the consumer’s trend affected your brand? Did you care about it?

I’m still learning and I’m happy to be gaining more exposure in the cigar world but it’s not something I gauge personally at the moment.  Trends tend to happen so quickly, and fade away just as quickly, that it seems more conducive to develop a classic portfolio, especially since my goal is to be a cigar brand that is around 100 years from now.

That said, I am excited to see the embargo lifted on Cubans [cigars] because more people will begin to further expand their interest into other Excellent cigar making countries, like the Dominican Republic and Nicaragua.

But to answer you question, No – I don’t particularly pay too much attention to trends, as much as I do our client’s requests, because I generally I like to forge my own path and believe in staying consistent with quality.

Sei un uomo d’affari nell’industria del sigaro, come si sta evolvendo questo mercato? Le tendenze dei consumatori inflenzano il tuo marchio? Le tieni in considerazione?

Sto ancora imparando e sono felice di guadagnare maggiore visibilità nel mondo del sigaro, ma non è qualcosa con cui mi misuro personalmente in questo momento. Le tendenze tendono a nascere in fretta ma altrettanto rapidamente spesso svaniscono così reputo sia più lungimirante sviluppare un portafoglio classico, soprattutto perché il mio obiettivo è quello di diventare una marca di sigari, a partire da oggi, che diverrà centenaria.

Detto questo sarei anche entusiasta di vedere cadere l’embargo cubano [sigari] perché molte più persone inizieranno a espandere ulteriormente i loro interessi verso altri eccellenti paesi produttivi, come la Repubblica Dominicana e il Nicaragua.

Ma per rispondere alla tuadomanda, No – non presto particolare attenzione alle tendenze, al contrario delle richieste dei nostri clienti, perché in genere amo disegnare la mia strada e restare coerente con i miei standard di qualità.

What you believe is the right approach a consumer must have on cigars? Do you believe that smoking a cigars it’s a way of life? Which are the situations that you like more when you smoke a cigar?

I believe that everyone has different tastes and I personally like to try as many cigars out there as possible.  So I highly advise people to look past what others think – or what is considered “the best” – and approach it with a sense of discovery for ‘YOUR best cigar.”  Cigar aficionados – newer or more experienced – should explore the great variety out there with passion and focus on what really satisfies them.

Smoking a cigar is definitely a way of life, especially for me.  It’s a lifestyle, one that exudes elegance and sophistication.

Have you ever had the most amazing gourmet meal and feel there is just something missing?  You know, that little extra special touch – even past the dessert?  Well, even when I was 22, I would light a cigar up after an excellent meal with a cognac and sit back with complete satisfaction.  That’s the type of situation that really makes me enjoy a Mogul.  And then there are the times when we want to celebrate the little things – or the big moments – and a fine cigar lends this exclamation mark in your history book of moments in life.  Everyday is a gift and worthy of celebration with a cigar, don’t you think…

Quale reputi possa essere il giusto approccio che un consumatore debba avere con I sigari? Credi che fumare sigari sia una filosofia di vita? Quali sono le situazioni che prediligi quando fumi un sigaro?

Credo che ognuno di noi ha gusti diversi e a me personalmente piace provare quanti più sigari possibile. Così mi sento di consigliare caldamente le persone a guardare oltre a quello che gli altri pensano – o quello che è considerato “il migliore” – e avvicinarsi ai sigari con un senso di scoperta per il TUO miglior sigaro. Cigar Aficionados – neofiti o più esperti – dovrebbero esplorare la grande varietà che esiste con passione e prestare maggiore attenzione su ciò che davvero li soddisfa.

Fumare un sigaro è sicuramente un modo di vivere, soprattutto per me. E’ uno stile di vita, che trasuda eleganza e raffinatezza.

Avete mai assaporato il più incredibile pasto e sentire che manca qualcosa a completare l’esperienza? Lo sapete, quel tocco speciale in più – anche oltre il dessert? Beh, anche quando avevo 22 anni volevo accendere un sigaro dopo un pasto eccellente, con un cognac e sedermi godendomi la piena soddisfazione. Questo è il tipo di situazione in cui vorrei davvero godere un Mogul. E poi ci sono volte in cui vogliamo celebrare le piccole cose – o grandi momenti – e un buon sigaro è il punto esclamativo che marca un momento della tua vita nel libro della vita. Ogni giorno è un dono ed è degno di essere celebrato con un sigaro, non credi …

I’m a cigar blogger and love to do it, what do you think about the new digital media? Are the blogs another and more modern way to promote the cigar culture, brands & cigars?

I Love it!  I love what you guys are doing!  I owe ALL my success to the guys who review cigars online, who post articles online, and give our new brands exposure – helping people learn more about us.  So I say, I’m very fortunate to be around this revolution of digital media and just as honored to have met so many Great new friends from these blogs and websites, whom have accepted The Maldonado Dynasty, and myself personally, with such great love.  I can’t Thank ALL the cigar bloggers out there, enough.  Keep on going!  You’re doing a fantastic job and our brands are so grateful to all of you.

Sono un cigar blogger e amo farlo, cosa ne pensi della nuova media digitali? Sono i blog un altro e più moderno strumento per promuovere la cultura del sigaro, le marche e i sigari?

Li adoro! Mi piace quello che voi ragazzi state facendo! Devo tutto il mio successo ai ragazzi che recensiscono i sigari online, che pubblicano articoli on-line, e danno ai nostri nuovi brand maggiore esposizione mediatica – aiutano le persone a saperne di più su di noi. Allora io dico che sono molto fortunato ad essere parte di questa rivoluzione dei media digitali e altrettanto onorato di aver incontrato tanti grandi nuovi amici da questi blog e siti web, i quali hanno accettato The Maldonado Dynasty, e me personalmente, con tanto affetto . Non potrò mai ringraziare abbastanza tutti i blogger là fuori. Continuate così! Tu stai facendo un lavoro fantastico e i nostri brand sono grati a tutti voi.

If I can may you give me your opinion on my blog? Do you like it?

Of course I Love Facciamo Puff!  You are doing an Excellent job on so many levels, Andrea!  I am honored to be showcased in your site – in Italia!  I love my Italian friends and supporters!  And YOU are now my favorite Italian, Andrea.  Haha.  I respect and appreciate what you’re doing with your blog and I encourage you to keep going; Italy, and the rest of the world needs you to introduce them to great cigars and great people.

Besides, whom else am I suppose to share my photos of authentic Italian dishes with, if not The connoisseur of all-things-Italian – you.  Haha.  Thank you again, for giving myself and The Maldonado Dynasty a little spotlight on your beautiful site.

Se posso chiederlo, puoi darmi la tua opinione sul mio blog? Ti piace?

Naturalmente amo Facciamo Puff! Stai facendo un lavoro eccellente su tanti livelli, Andrea! Sono onorato di avere visibilità nel tuo sito – in Italia! Amo i miei amici e sostenitori italiani! E tu sei ora il mio italiano preferito, Andrea. Haha. Rispetto e apprezzo quello che stai facendo con il tuo blog e ti incoraggio ad andare avanti; L’Italia e il resto del mondo ha bisogno di te per far conoscere i grandi sigari e le grandi persone che ci stanno dietro.

Inoltre con chi altro potrei immaginare di condividere le mie foto di autentici piatti italiani se non con te, se non con il conoscitore di tutte le-cose-italiane – tu. Haha. Grazie ancora, per aver dato a me stesso e alla The Maldonado Dynasty un posto privilegiato sul tuo bellissimo sito.

Grazie mille a Paul Maldonado per la gentile intervista e per il tempo che ha dedicato a rispondere alle mie “tediose” domande.

Potresti leggere anche…

Buon Natale e novità 2020

Buon Natale e novità 2020

Un altro anno volge al termine, nel bene e nel male, e come ogni anno si guarda al passato, al tempo trascorso nella speranza di trarne degli insegnamenti da applicare in futuro. Insomma un vecchio adagio afferma: sbagliando si impara… quindi perchè per me dovrebbe...

Gli Awards 2019 di Facciamo Puff

Gli Awards 2019 di Facciamo Puff

Dicembre è alle porte e per noi della "blogosfera" digitale a tema sigari è anche un mese frizzantino e di fermento, in cui ci si ferma a fare il punto della situazione, ad analizzare l'attività svolta nel corso dell’anno e, ammettiamolo, ad aspettare le attesissime...

Il meglio della settimana – 002.2019

Il meglio della settimana – 002.2019

Questa nuova rubrica nasce fare il punto settimanale sull’attività editoriale di Facciamo Puff, se c’è stata attività, suddiviso per categorie di argomenti. È quindi una combinazione di notizie, di recensioni di sigari e degli editoriali che sono stati pubblicati durante la settimana.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest

Share This
×