Cigar Talk | Serata fumosa in compagnia…pre Nord West Union 2013

AB-tubo-sampler

Posted On 04/12/2013

AB-tubo-sampler

Bling… il telefonino emette uno squillante suono, è arrivato un SMS. Incuriosito sblocco lo smarthphone ed apro la notifica. Un messaggio di Aniello Buonincontro che è in albergo a Tradate per l’evento di domani, il Pranzo di Natale North West Union 2013 a tema sigaro e sigaro e ancora sigaro… ma io non posso andare! Senza indugiare apro il messaggio e leggo una frase telegrafica: “Saronno è lontano per te?”. Lo so cosa state pensando… testine… ma Aniello non è improvvisamente passato all’altra sponda e non mi sta facendo delle “avances”… tranquilli.

Intuisco subito di cosa parla e in mente mi si forma senza volere la risposta “No”. Lo chiamo e scopro che sta organizzando una fumata serale allo Star Hotel Gran Milan di Saronno assieme a Carlo Imparato… cosa rispondo? OK, ci sono, che diamine. Rivo!
Sfamati i pupi esco subito di casa con un Alec Bradley Prensado Gran Toro nel taschino della camicia, velocemente percorro la tangenziale e la Milano-Laghi direzione Como. Mi fermo per un caffè ed un minimo rifornimento e… come al solito arrivo in anticipo restando come un “babbione” ad aspettare fuori dall’albergo l’arrivo del gruppo.

Aniello Buonincontro e Carlo Imparato

Di li a poco sopraggiunge Gianluca Minnella che salutandomi mi fa presente che Davide Mulas era ad aspettare dentro l’albergo nella sala “fumatori”… ecco babbione di nome e di fatto! Mica mi è venuto in mente di sbirciare dentro per vedere se qualcuno era presente.

Lasciamo perdere, entriamo e ci accomodiamo in attesa che Carlo Imparato e Aniello Buonincontro, persi chissà dove nei meandri di una Saronno fredda e uggiosa, arrivino da noi. Finalmente varcano la porta scorrevole e noto con la coda dell’occhio una borsa verde nelle mani di Aniello.
Mica come noi con semplici porta sigari e al massimo qualche fumata extra, magari da scambiare, lui arriva con “una borsa” grossa come uno humidor. Che ci volete fare, è un personaggio.AB-tubo-sampler2

Saluti e abbracci di rito oltre alla gioia di rivedersi dopo lungo tempo, fra amici è sempre bello ritrovarsi. Non so se lo avete mai notato ma fra veri amici sembra sempre che il tempo non sia mai trascorso, non serve accampare scuse, si passa subito a chiacchierare come ci si vedesse costantemente.

Ordiniamo birra per tutti quando Aniello catalizza l’attenzione estraendo dal suo magico scrigno verde un… Sampler di Alec Bradley Tubo spettacolare. Non ho resistito e li ho aperti tutti annusando i sigari, molti per noi nuovi (Tempus, Connecticut, Nica Puro), e ho rimirato a lungo la bellezza della confezione con annesso accendino. Ne prenderò sicuramente una appena arrivano, statene certi.

Davide Mulas e Gianluca Minnella

Scatto delle foto e mi accingo ad estrarre finalmente il mio sigaro quando Aniello esordisce con un “Ho portato qualche sigaro da farvi provare…” e detto fatto estrae una “simil” 24ore, decorata con l’immagine di un militare in procinto di sparare su cui campeggia la scritta MUWAT. Mmmmmh, mi sa molto di Drew Estate, infatti si rivelerà una valigetta porta sigari che una volta aperta svela una batteria di Alec Bradley Tempus appena arrivati e altro ben di dio di varia provenienza. Praticamente il “…qualche sigaro” equivale all’intera scorta di casa mia!

Svaligiamo biecamente la valigetta, avidi di provare qualche novità così mi vedo Davide con in bocca un Tatuaje Cojonu 2012, Gianluca e Carlo con un Joya de Nicaragua Antano Belicoso, Aniello con un Alec Bradley Tempus Magistri (un figurado meraviglioso di ben 54 x 6,75) ed io… ed io, non potendo essere da meno, mi accaparro l’ultimo dei Tempus Magistri a disposizione. Che ci volete fare non ho resistito alla tentazione.

Nel frattempo ci raggiunge anche Luca Bertoni che senza colpo ferire si accaparra un bel Don Pepin Garcia Original Generosos ma accende anche lui un Tempus (non mi ricordo quale però).

AB-Tempus-MagistriIl mio sigaro si rivelerà una fumata dalla componente speziata e pepata strabiliante, che riveste il palato con una permanenza degna di nota. Terroso, cremoso e dalla particolare spinta agli idrocarburi del corpo centrale che sorprende e fa sgranare gli occhi. Full-body nel DNA sicuramente ma molto elegante e gustoso.

Si chiacchiera, si ride, si scherza e ci si scambiano opinioni. Si parla di tutto ma specialmente dei nostri amati sigari, nessuno guarda l’orologio ed improvvisamente il tempo scade, gentilmente ci fanno presente che si deve chiudere e dovremmo andare via.

Tentenniamo un po’ anche perchè alcuni di noi hanno, nel frattempo, acceso una altro sigaro e la voglia di restare a fumare ancora sarebbe tanta. Con rammarico ci si deve ora salutare, ci si abbraccia e un po’ mi rattristo ma sorrido comunque per la bella serata trascorsa, per la compagnia e… per la bella fumata.

Grazie Aniello, Davide, Gianluca, Carlo e Luca.

Written by Andrea Zambiasi

Facciamo Puff nasce per dare voce ad una passione che oramai coltivo da molto tempo, quella dei sigari. Non mi considero un esperto di sigari (etichetta che odio) ma un consumatore "attento" a cui piace condividere le sue esperienze emozionali con altri consumatori.

Related Posts

Cigar & Tobacco Festival – Quarta edizione

Cigar & Tobacco Festival – Quarta edizione

Dal 25 al 27 settembre come ormai da tradizione anche quest’anno, presso Villa Magherini Graziani, a San Giustino (PG) torna il festival dedicato al tabacco, il “Cigar&Tobacco Festival”. Ci aspetta un viaggio fra aromi, essenze e spezie che vedranno come grande...

Generazione Robusto

Generazione Robusto

Sempre più spesso mi viene chiesto perché un “particolare” formato di sigaro viene dismesso o perché non viene più prodotto. Insomma mi viene chiesto se vi siano ragioni oggettive dietro tali azioni o scelte. Scopriamole…

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pin It on Pinterest

Share This