Cigar Talk | La Grande Recessione ed il mondo dei sigari

Written by Andrea Zambiasi

Fumatore seriale di sigari. Rascal inside!

Senza essere retorici e/o polemici possiamo affermare che tutta la Comunità Europea, gli Stati Uniti d’America e molti altri paesi che sulla carta sembrano essere al di fuori di qualsiasi etichetta, sono accumunati da una situazione socio-economica globale che può essere riassunta in una unica definizione, peraltro agghiacciantemente vera e tragica, Grande Recessione.

Tranquilli non mi sono fumato nulla ne voglio rinverdire i ricordi di periodi funesti come la Grande Depressione Americana degli anni ’30. Infatti, seppur a prima vista possa sembrare il solito articolo da “piangina” su quanto si stia male al giorno d’oggi, nella realtà il mio intento è propositivo ed ottimistico.

Devo però fare una premessa e dichiarare una verità fondamentale che ha segnato, nel bene o nel male, molti di noi… abbiamo meno soldi da spendere adesso che negli anni scorsi. Bella lì, direte voi… è arrivato il genio della finanza! Nulla di più lontano dalla verità, non voglio assurgere al ruolo di economista moderno ma era una precisazione che andava fatta ed è reale e tangibile. Nessuno di noi infatti può nascondersi dietro un dito e sperare di non essere visto, quasi tutti abbiamo fatto negli ultimi tempi decisivi e sostanziali tagli al budget di spesa dedicato a beni “superflui” come i sigari. Accettando e partendo da questa insindacabile, e worldwide, verità volevo fare un’analisi del mercato dei “sigari” e capire come si sia adattato alle congiunture del momento e come, di pari passo, lo abbiano fatto le nostre scelte.

Torniamo un attimino indietro all’anno 2008, anno funesto se vogliamo perchè segna insindacabilmente l’inizio della crisi economica Americana con la bolla speculativa sui mutui “subprime” ma da ricordare perchè, e per la prima volta, Cigar Aficionado assegna il titolo di miglior sigaro dell’anno al Casa Magna Colorado Robusto. Dietro il brand Casa Magna si celano in realtà due geni del settore, Manuel Quesada e Nestor Plascencia, ma la cosa che sorprende è che è un sigaro di fascia economica (circa 5$ ai tempi). Questo episodio segna ufficialmente il crollo della leggenda metropolitana che un sigaro economico non possa in alcun modo regalare fumate sostanziose e di qualità.
(n.d.r. – una premessa è però doverosa, non parlo dei classici “Bundle” il cui scopo è ben altro ed hanno un loro e diverso mercato, qua stiamo parlando di veri puro realizzati con materie prime di qualità.)

Episodio sporadico e casuale? Niente affatto e negli anni a seguire quasi tutti i produttori importanti si sono cimentati nella realizzazione di linee di sigari ottimizzate per rispondere alla congiuntura economica negativa, garantendo bassi costi ma regalando nel contempo fumate di qualità e spesso premiate a livello internazionale. I consumatori chiedevano e loro hanno risposto con prodotti che non facessero rimpiangere linee più costose, blasonate e famose.

La lista è lunghissima e comprende nomi illustri come la My Father Cigars che crea la linea “La Reloba”, linea che nel 2011 entra nei “The 25 Best Cigars of the Year” di Cigar Aficionado con la vitola “La Reloba Selección Sumatra Torpedo” bissando nel 2009 con “Ambos Mundos” Robusto realizzando il #18 posto. Fornire una lista esaustiva è un compito arduo se non addirittura impossibile ma ciò che più conta è che, per la prima volta, il consumatore ha davanti a se la possibilità di scegliere fra ottimi prodotti senza svenarsi o svuotare le tasche e questa politica da nuova linfa vitale e nuovo business ad un settore che sta tenendo testa alla crisi economica. Molti brand addirittura non hanno mai avuto linee base ma hanno da sempre tenuto in alta considerazione il rapporto qualità/prezzo come Alec Bradley.

Ma nel nostro Italico paese, visto il periodo funesto, cosa possiamo fumare con un budget di spesa, per esempio, fra i 4 ed i 6€ o poco più? Molti di voi risponderanno “echissenefrega”, meglio fumare un solo sigaro al mese di un certo costo che 10 di altro tipo. Vero ma la verità sta sempre nel mezzo, fumare meno è sicuramente una risposta corretta ma la qualità la si può trovare anche in fasce di prezzo in passato glissate da noi proverbiali “esperti” connoisseurs. Spendere meno lo ripeto non va di pari passo con “meno” qualità, almeno non sempre.
Seguendo queste considerazioni ed analizzando cosa offre il mercato scopriamo che le possibilità di regalarci gran belle fumate, in questa fascia di prezzo, non sono poi così poche e mi riferisco per esempio ai:

  • Joya de Nicaragua CyB, Celebracion e gran parte degli Antaño
  • Nicarao Clasico Anno VI
  • Oliva Serie G Cameroon
  • Carlo Toraño Exodus 1959
  • CAO La Traviata
  • Vegafina Fortaleza 2

e se aumentiamo anche solo di poco il limite superiore ai 7/7.50€ possiamo agganciare:

  • Joya de Nicaragua Dark Corojo
  • Alec Bradley Black Market
  • Alec Bradley Prensado
  • CAIN Daytona
  • Paradiso
  • Aroma del Caribe

ma sempre e comunque a circa la metà di quello che molti erano soliti spendere abitualmente.

Ora non so quanti di voi li abbiano già fumati, ma se così non fosse mi sorge spontanea una domanda… Cosa state aspettando a provarli?
Di sicuro non svuoterete le vostre tasche e vi regalerete delle gran belle fumate.

Potresti leggere anche…

Gli Awards 2019 di Facciamo Puff

Gli Awards 2019 di Facciamo Puff

Dicembre è alle porte e per noi della "blogosfera" digitale a tema sigari è anche un mese frizzantino e di fermento, in cui ci si ferma a fare il punto della situazione, ad analizzare l'attività svolta nel corso dell’anno e, ammettiamolo, ad aspettare le attesissime...

Il meglio della settimana – 002.2019

Il meglio della settimana – 002.2019

Questa nuova rubrica nasce fare il punto settimanale sull’attività editoriale di Facciamo Puff, se c’è stata attività, suddiviso per categorie di argomenti. È quindi una combinazione di notizie, di recensioni di sigari e degli editoriali che sono stati pubblicati durante la settimana.

Il meglio della settimana – 001.2019

Il meglio della settimana – 001.2019

Questa nuova rubrica nasce fare il punto settimanale sull'attività editoriale di Facciamo Puff, se vi è stata attività di pubblicazione, suddivisa per categorie di argomenti. È quindi una combinazione di notizie, di recensioni di sigari e degli editoriali che sono...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Pin It on Pinterest

Share This