Cain-F-654TSerata dedicata ad un vecchio amico, uno su cui so di poter contare sempre per una fumata rilassante e sostanziosa. Uno dei miei primi riferimenti Caraibici incontrati nel viaggio fumoso da me intrapreso, ma che da tempo oramai avevo trascurato.

Non c’è cattiveria in questo, semplicemente ero preso dal turbinio dei nuovi arrivi sul mercato Italiano. Noi appassionati fumatori di sigaro spesso veniamo irretiti da quanto non ancora provato, la curiosità è insita nell’animo umano, è stimolante e affascinante come il canto delle sirene ma spesso ci fa dimenticare (temporaneamente) ciò che di buono abbiamo già a disposizione.

Ma non stasera… la serata è dedicata al mio amico Cain F 654T, un bel Torpedo Nicaraguense tutto sostanza e gusto.

Armato dei miei soliti attrezzi del “mestiere”, dopo cena, mi assento dalla famiglia per gustarmelo. Mi accomodo sulla mia solita piccola panchina, nel cortile del condominio, e comincio a rimirare questo bel piramidone scuro e oleoso.

Assorto nei miei pensieri improvvisamente sento una voce…”Buonasera Andrea…”. Sussulto involontariamente e mi guardo intorno. Il vuoto assoluto! Non vi è traccia di anima viva nei paraggi. Strano avrei giurato di aver sentito una voce.

Di nuovo… buonasera…

Lo sapevo! La pasta al tonno mi è rimasta sullo stomaco ed ora ho le allucinazioni, cominciamo bene. Sento dei brividi corrermi lungo la schiena, è la prima volta che mi capita una situazione del genere.

“Ehi, guarda in basso…”
Un po’ teso abbasso lo sguardo ma vedo solo le mie mani che stringono il sigaro.. ma che @&%$%$£!.
“Andiamo non mi vedi?”

Io:”Onestamente no, vedo solo le mie mani ed il mio sigaro”

“Appunto…svegliaaaaaaa, sono io?” “Io chi?” rispondo.
“Il sigaro, sono Caino… chi credevi che fossi?”
Io – “Andiamo bene, ora mi parlano i sigari, devo farmi visitare.”
Caino – ” Ma va, stai benissimo, avevo solo voglia di chiacchierare. Dopotutto siamo vecchi amici, non è vero?”
Io – ” Direi di sì ma non ci siamo onestamente mai parlati… devo abituarmi alla cosa.”
Caino – “Nessun problema. Allora ci facciamo una bella fumata in compagnia?”
Io – “Andata e poi ti presenti veramente bene, fascia scura e oleosa e…”
Caino – “Ma che diavolo stai facendo?”
Io – “??? Senti un po’, sei un sigaro. Cosa vuoi che stessi facendo? Ti stavo annusando.”
Caino – “Scusami, mi hai colto alla sprovvista.”
Io – “Hmmmm, spettacolo. Cioccolato, spezie e pelle, che meraviglia!”
Caino – “Ti piace il mio tabacco, non è vero?”
Io – “Onestamente molto, il blend con cui ti hanno realizzato è molto espressivo.”
Caino – “Come ben sai ho nobili natali Nicaraguensi e poi quel geniaccio di Sam Leccia, ai tempi, mi ha concepito veramente bene.”
Io – “In effetti…”
Caino – “Ahia! Ma stai attento.”
Io – “Scusami ma non è che posso accenderti con l’immaginazione, devo usare un accendino altrimenti come faccio a fumarti? Per osmosi?”
Caino – “No, però potresti prestare più attenzione perchè mi stai abbrustolendo.”
Io – “Ok, ora finisco… il braciere è bello uniforme.Ho, hooooooo niente male!”
Caino – “Cosa scusa?”
Io – “La partenza, ho fatto le prime boccate e devo ammettere che sei sorprendentemente prestante.”
Caino – “Non per niente ho scritto F e non CB sulla fascetta”
Io – “??? CB? Di cosa parli”
Caino – “F come forte non CB come ciccia e brufoli. Sono un bell’esemplare di maschio di altri tempi. Non sono tutto chiacchiere e distintivo ma sostanza.”
Io – “Seeeee, scimmiotti il cinema adesso. Non venirmi a dire che un sigaro va anche al cinema. Per favore resta nei ranghi e fai il sigaro!”
Caino – “Non ti rispondo altrimenti dico parolacce…ti potresti offendere… blink, blink”
Io – “Hu? cosa fai?”
Caino – “Alzavo le sopracciglia, prima stavo scherzando.”
Io – “Vorrei ben vedere, un giorno o l’altro comunque mi spieghi come fai ad alzare le sopracciglia che non hai… ribadisco, sei un sigaro. Hmmmm, bella sferzata di pepe e spezie, sei al gusto di nocciola e cacao.”
Caino – “Vedrai a breve come ti sollazzerai con note di caffè…”

Dopo un po’…

Io – “Hai ragione, sta entrando il caffè e stai diventando più cremoso… buonissimo. Dolce, cremoso, speziato e carnoso, meraviglia!”
Caino – “Contento che ti piaccia, certo non brillo per complessità ma a me piace giocare con quello che ho e far divertire. Ti assicuro che ne vedrai ancora delle belle.”
Io – “Per quello che vale mi stai già facendo divertire un sacco.”
Caino – “Vale, vale sono qua apposta… Ora stiamo entrando nella parte centrale della fumata e chiacchierata. Andrea? Pronto…. Andrea, mi senti?”
Io – “Shhh, silenzio. Mi sto concentrando. Stanno emergendo note di legno ma il caffè e la pelle sono esplose… Urca boia! Tutto è molto, molto più tostato degli inizi ma dolce, quasi un cappuccino fatto con caffè nero, di quelli forti.”
Caino – “Non per niente sono fatto con triplo ligero, mi sto caricando e ti sto dimostrando di che pasta sono fatto… mica chiacc….”
Io – “Piantala! finiamola con le frasi cinematografiche, ho capito.”
Caino – “Allora beccati questo…”
Io – “Ehilà, sta crescendo la dolcezza e sei più cioccolatoso. Se ci penso bene mi ricordi la liquirizia. Quasi quasi al posto di fumarti ti succh….”
Caino – “Non ci pensare nemmeno! Cosa sei? Uno dell’altra sponda?”
Io – “Per favore! Intendevo dire che, come si fa con un bastoncino di liquirizia, mi verrebbe voglia di succhiarti anzichè fumarti… certo che sei malizioso e permaloso. Mi sa tanto che il nome che porti te lo meriti…”
Caino – “??? Cosa intendi dire?”
Io – “Se ti hanno chiamato Caino ci sarà un motivo, non venirmi a raccontare che hai svaporato tuo fratello Abele per puro caso.”
Caino – “Ma come ti permetti! A parte che è un mio omonimo, non sono io, ma poi uno non può fare un errore nella vita che subito gli si appiccica addosso, e indelebilmente, un’etichetta sbagliata. Abele del resto mi tritava i maroni.”
Io – “Ahhhh, ecco. Volevo ben dire. Non sei tu ma un tuo omonimo… ma fammi il piacere.”
Caino – “Finiamola o mi spengo così ti rovino la serata.”
Io – “Ok, ok la smetto ma tu non fare nulla, per favore.”
Caino – “K”

Passa ancora un po’ di tempo…

Io – “Caino, caino… nella parte finale stai diventando ancora più cremoso e speziato. Ma come fai?”
Caino – “Buon tabacco e un giusto blend”
Io – “Fra l’altro il tostato è veramente diminuito così come il pepe.”
Caino – “La parte finale è dominata dalla pelle e dal cioccolato, un regalino da parte mia.”
Io – “Onorato per il regalo ma mi stai stendendo con la forza.”
Caino – “Cosa pretendi, sono un tipo semplice nei gusti ma forte, un uomo di altri tempi dove la forza fisica serviva a qualcosa.”
Io – “Sigaro, sigaro non uomo. Ti confondi spesso. Comunque apprezzo la tua forza e mi diverte molto, peccato per la poca complessità globale della fumata. Devo però ammettere che sei bravo, mi sembra di gustare un tiramisù spettacolare.”
Caino – “Ascolta Andrea, è vero non sono complessissimo ma devi però ammettere che sono corposo e gustoso. Ti stai divertendo un mondo, lo sento.”
Io – “Non lo nascondo vecchio amico.”
Caino – “Vecchio sarai tu!”
Io – “Uhmmmm, permaloso come una zitella acida. Comunque devo salutarti, si è fatto tardi.”
Caino – “Fermo! Cosa stai facendo?”
Io – “Ti sto buttando a terra. Sei quasi un microscopico mozzicone.”
Caino – “Non ti permettere…”
Io – “Senti un po’, cosa pretendi? Che ti porti a casa mia e ti metta a letto? Rientra nei ranghi, sei un sigaro e sei consumato completamente. quello che posso fare è adagiarti a terra invece di buttarti.”
Caino – “Ecco, molto meglio. A fronte della serata che ti ho regalato penso di meritarmi un po’ di considerazione.”
Io – “Hai ragione, ecco ora ti appoggio a terra. A presto amico mio.”
Caino – “Notte… amico.”

Scheda tecnica

  • Origine: Nicaragua
  • Fabbrica: TABOLISA
  • Formato: 54 RG x 6″
  • Fascia: Nicaragua
  • Sottofascia: Nicaragua
  • Ripieno: Nicaragua – 32% Estelli ligero, 25% Condega ligero e 25% Jalapa ligero
  • Forza: Medio alta
  • Prezzo: € 10.00
  • Importatore: Cigars & Tobacco – Lubinsky

VALUTAZIONE – 91 – ECCELLENTE

SIGARO ECCELLENTE

Pin It on Pinterest