Cain Daytona 550 Cain Daytona 550

Piccola premessa introduttiva alla linea Cain Daytona importata da Lubinsky…

utilizza unicamente ligero proveniente dalla Jalapa Valley in Nicaragua. Il ligero che proviene da questa regione è uno dei migliori al mondo ma meno forte e corpulento di quello altrettanto ottimo proveniente dalla zona di Estelì e utilizzato in parte nella linea CAIN F. Possiamo pertanto affermare che la linea Daytona si caratterizza per aromi e gusto pronunciati ma con una forza meno intensa della linea gemella F. Entrambe usufruiscono poi della tripla fermentazione dei tabacchi utilizzati… tutti i presupposti per una fumata aromatica e sostanziosa.

 

Una meritato weekend di riposo in montagna, con la famiglia ed il nostro camper… beh, riposo è una parola grossa perchè fra i bambini e la guida del camper non è che si ozi proprio, ma il tempo per una bella fumata me lo sono comunque ricavato. Ammettiamolo, in questi frangenti non è meraviglioso regalarsi un bel sigaro per scaricare la tensione e godere nel piacere di fumarlo? Io lo faccio e ne traggo una soddisfazione pazzesca!.

Dal taschino del giaccone estraggo un CAIN DAYTONA 550, un bel robusto (precedentemente avevo fumato il 543 della stessa linea) avvolto in una bella fascia marrone dorato, uniforme e ben tesa. Il riempimento è perfetto. Indubbiamente l’impatto estetico di questi sigari è notevole e ricercato e spero che la fumata sia altrettanto qualitativa se non migliore.
Lo dico perchè il precedente formato fumato, il Daytona 543, seppur notevolmente buono mi aveva lasciato un po’ insoddisfatto. Non tanto per aromi e gusto quanto per la forza media, irremovibilmente statica, che mi lasciò con una sensazione di incompiutezza che non amo nelle mie fumate. Il formato ora è diverso e confido in qualche sorpresa.

A crudo profuma di buon tabacco fermentato, pelle e spezie. Lo accendo e subito una sorpresa, la cremosità ed il pepato si presentano in forma molto lieve, diversa dal fratellino dove il palato veniva avvolto in una cremosità piccante ben marcata. Non lo considero un difetto ma dispiace non ritrovare questa meravigliosa caratteristica nella fumata, il tiraggio invece è un po’ forzato e forse è la causa della precedente sensazione e di una minor esplosione aromatica e gustativa che mi aspettavo dal brand. Rispetto al 543 sembra che questo robusto abbia bisogno di più tempo per entrare a regime ed esprimersi al suo meglio, va beh… aspettiamo.CAIN-550-2-web

La fumata procede con sapori e aromi lievemente dolci di tabacco, pelle, legno e spezie che mi ricordano un po’ la cannella. La fumata comincia a diventare bella e saporita proseguendo con un incremento costante (per fortuna) di sapori, gusti e… forza! Finalmente non resta incollata ad un livello medio, pur restando una fumata estremamente elegante ed armonica (smooth) appagando finalmente il mio essere poco avvezzo alle leggerezze nicotiniche.

Sorniona e tranquilla la fumata procede con poche variazioni sul tema se non la scomparsa del lieve piccantino di sottofondo mentre la forza si attesta un poco sopra il livello medio. Purtroppo il tiraggio serrato ed i continui richiami a cui sono costretto fanno comparire, prima del previsto, un amaro che mi costringe ad abbandonare il sigaro. Peccato perchè cominciavo a divertirmi sul serio e a godermelo completamente. Non voglio comunque etichettarlo erroneamente, il difetto sopracitato lo associo unicamente al mio sigaro, pertanto la considero comunque una gran bella e soddisfacente fumata.

Se potessi unire le caratteristiche aromatiche del 543 al corpo e forza del 550 avrei fra le mani una meraviglia di sigaro ma la realtà, come sempre, si discosta dalla fantasia. Però… però… ho ancora da provare il 660! Chissà, forse è la somma di tutte le caratteristiche positive di questo brand enfatizzate all’ennesima potenza… ho già voglia di accenderlo! Lo so, lo so, non amo i grossi calibri specialmente con un “6” come prima cifra ma che diamine, lo volevo provare lo stesso e poi, perchè non togliermi una voglia?

Globalmente è un sigaro che consiglio assolutamente e mi riservo di provarne ancora malgrado la mia preferenza vada in assoluto alla linea CAIN F, che Lubinsky importa nei formati 550 (Toro, è + lungo del Daytona) e 654T (Piramide) e che io adoro. Non potendo però ignorare alcune caratteristiche emerse durante la fumata assegno al CAIN Daytona 550 una valutazione leggermente inferiore rispetto al 543 ma comunque di tutto rispetto.
Qualcuno di voi ne ha fumati? Se si cosa ne pensate? sono curioso…

Scheda Tecnica

Origine: Nicaragua

Produttore: Studio Tobac – branca della Famiglia Oliva

Formato: Robusto – 50 RG x 5″ (127 mm)

Fascia: Ligero della Jalapa valley

Sottofascia: Ligero della Jalapa valley

Ripieno: Ligero della Jalapa valley

Costo: 7,00€

VALUTAZIONE – BUONO ECCELLENTE

Cigar Review Redux -buono

SIGARO ECCELLENTE