Il sigaro

Nazione – country: Honduras

Manifattura – factory: Plasencia Tabacos de Oriente

Fascia – wrapper: Honduras Corojo

Sottofascia – binder: Nicaragua

Ripieno – filler: Secret?

Formato – vitola: Robusto Extra

Lunghezza – length: 5.5 inch.

Ring Gauge: 50

Body: Full

Euro: 7,00

La fumata

Oggi modalità #SmokeBold attivata. Dopo una giornata pesantissima in ufficio, capita alle volte, ho bisogno di risollevarmi il morale con una fumata tonica e maschia.

Che sia diventato insofferente e intollerante con l’età? Naaaaaaa, sono sempre stato un rompino. Comunque cerco emozioni forti e sensazioni forti, qualcosa che incrini i miei menischi per la carica nicotinica.

La scelta del Rocky Patel The Edge Corojo mi sembra quantomeno azzeccata. Tonici e nicotinici lo sono sempre stati, conosco questa linea da parecchio tempo.

Scelta smarcata. Daje!

Al piede è delicato nelle note aromatiche di tè e spezie dolci, nelle prime boccate a crudo avverto cacao, fichi secchi e frutta secca. Niente male, davvero niente male anche se non indicativo di quello che si scatenerà poi in fumata.

Una volta acceso la prima sorpresa. Parte gentile, delicato su note di legno antico e spezie mediterranee.

Avevo preparato il casco e un materasso per l’atterraggio morbido, mi sa che non servono.

Sbagliato. Dopo circa un centimetro il pepe e una nota terrosa partono a manetta e il fumo si fa più denso e cremoso, floreale, affumicato e speziato.

Un mix davvero particolare e piacevole.

Questo The Edge Corojo Robusto è al momento indubbiamente meno nervosetto del fratellino Corona, ma forse è solo una mia impressione. Infatti il dubbio di aver sbagliato valutazione sgorga spontaneo, come l’acqua da una fonte sorgiva, fino al momento in cui… si scatena il finimondo.

Il pepe letteralmente esplode in tutta la sua possenza, ma fortunatamente subentra anche una dolcezza, a tratti agrumata, che lo controbilancia.

Dire che l’Edge Corojo è intenso non gli rende giustizia!

Al palato rimane un lungo strascico piccante, come ingurgitare una mestolata di pepe nero. La sollecitazione è talmente intensa che mi provoca dei tremiti. Indosso il casco.

Altro che “flavor bomb” è “flavor H-bomb”. Ogni boccata satura i miei recettori e chiude la gola mentre rimango avvolto in una nube di fumo. Spettacolo.

Grazie a Dio comincia ad ammorbidirsi, a strutturarsi e a stemperarsi in una dolcezza ora quasi caramellata. Arriva la prima nota tostata e una punta di chiodi di garofano nel fumo.

Salto nella parte centrale che si rivelerà la più deliziosa di questo The Edge Corojo. Un trionfo complesso di spezie su cui si innesta tutto quello elencato sopra.

Elenco lunghetto per la verità perchè parliamo di un insieme di note di terra, legno, frutta secca, agrumi e caffè mentre la dolcezza caramellata si affievolisce, sfumando in sottofondo.

Piacevole e di sostanza, appagante ma non invadente. Insomma un gran bel sigaro e la brutta giornata scompare, si dissolve come le copiose nuvole di fumo bianco di questo sigaro.

Inaspettatamente il pepe comincia a calare velocemente ed emerge in primo piano una cremosità caffeinica assieme a note speziate che permangono a lungo in bocca.

A contorno una discreta dose di cacao e pelle su cui però si innesta una leggera nota amaricante che disturba la fumata dell’Edge Corojo Robusto. Si siede anche nella sua espressività aromatica, o a dirla tutta l’espressività è offuscata dal caffè tostato e dal caramello che coprono tutto il resto.

Diventa cupo, perde smalto e verve come se patisse la stanchezza ancora più di me. Peccato.

Il verdetto

IL VERDETTO - MOLTO BUONO (VERY GOOD)

The smoke

Today #SmokeBold mode enabled. After an hard day at work, it happens sometimes, I need to take the edges off a long day and raise my mood with a bold and masculine smoke.

Do I’ve become impatient and intolerant with age? Naaaaaaa, I  I have always been a fecker. Anyway I’m looking for strong emotions and feelings, something that bend my knees thanks to its nicotine kick.

Choose the Rocky Patel The Edge Corojo seems correct. It’s always been tonic and nicotinic, I know well this line… we are old friends.
Choice done. Horay!

At the foot on pre-light the Edge Corojo is delicate on aromatic notes of tea and sweet spices, in the first cold draw I detect cocoa, dried figs and dried fruit. Not bad, not bad at all but they are not indicative of what I’ll get during the smoke.

Once lit the first surprise. It has a gracious start, on delicate notes of antique wood and Mediterranean spices.

I had prepared an crash helmet and a mattress for a soft landing but I guess I’ll not need them.

Big mistake. After just one centimeter the pepper and earthy notes start at full throttle and the smoke becomes thick and creamy, but also floral, smoky and spicy.

A very special and enjoyable mix.

This Corojo Robusto is undoubtedly less strong than its brother Corona, but maybe it’s just my opinion. Indeed the question that it could be a wrong evaluation gushes out spontaneously, like water from a fountainhead, up to the moment… it unleashes the hell.

The pepper literally explodes in all its majesty, but at the same time it’s counterbalanced (fortunately) by a sweetness with hint of citrus.

Say that the Edge Corojo is intense doesn’t give it justice!

The peppery finish on the palate remains for a long time, like swallow a ladle of black pepper. The solicitation is so intense that causes me tremors. I wear my crash helmet.

Other than a “flavor bomb” is a “flavor H-bomb”. Every puff saturated my receptors and shuts my throat while I’m shrouded by a huge cloud of smoke. Damn intense gar.

Thanks God it begins to soften and turns toward an almost caramelized sweetness. Here comes the first toasted note and a hint of clove into the smoke.

I jump into the central part that will prove the most delicious of this Edge Corojo. A complex triumph of spices into which everything listed above were inserted.

A longish list to be honest because we are talking about a set of notes of earth, wood, dried fruit, citrus and coffee while the caramelized sweetness fades into the background.

Pleasant and of substance, satisfying but not intrusive. In short a great cigar so my bad day disappears, dissolves as the huge clouds of white smoke.

Unexpectedly the pepper begins to fade away quickly and emerges in the foreground a coffee note and creaminess along with spicy notes that linger long in the mouth.

All around a good dose of cocoa and leather on which, sadly, comes a touch of bitterness that disturbs the smoke of this Edge Corojo Robusto. It also sits down in its aromatic expressiveness, or to be honest the expressiveness is blurred from roasted coffee and caramel which are covering everything else.

The cigar become somber, lose its soul and verve as if it suffers fatigue even more than me. That’s a pity.

The verdict

IL VERDETTO - MOLTO BUONO (VERY GOOD)
Se ti è piaciuto questo post gentilmente condividilo utilizzando i pulsanti sottostanti. Condividere non è un’operazione da cervelloni dell’MIT, non ti porterà via troppo tempo, è sicuramente facile e non ti costa nulla ma certamente mi aiuterà a crescere. If you enjoyed this post please share it using the buttons below. Sharing doesn’t require an MIT brain, it’s fast, easy and free but it help me to grow my audience.

Pin It on Pinterest