LA PREMESSA

I Liga Maestro nascono in quel di Granada, cittadina storica del Nicaragua, all’ombra del vulcano Mombacho che da anche il nome all’azienda che li produce, la Mombacho Cigars. Il brand è capitanato da un Italiano, Claudio Sgroi, e caratteristica dei Liga Maestro è la produzione a lotti limitati. Sapevo per certo che alla Casa del Habano di Milano, vicino a casa mia, era arrivato da tempo il Robusto. Volevo fumarlo così, rientrando dal lavoro un pomeriggio, varco la porta del negozio. In bella mostra nello humidor all’ingresso scorgo la pila di box a me familiari. Eccoli…

Strappo alla regola e ne prendo tre, pago e gongolante mi avvio verso casa pensando che, sfruttando l’occasione della camperata prevista per il weekend lungo della settimana dopo, potrò gustarmeli a fondo su tre giornate diverse. Già che ci sono, rifletto, vedo anche di fumarmeli in tre diversi momenti della giornata… perfetto. Arriva finalmente il fatidico weekend lungo e… arriva anche il resoconto (globale) delle tre fumate.

LUI

La prima presa di conoscenza con lui, lo straniero, rivela un carattere poco vigoroso, gentile nel suo intercalare con note di legno, stallatico e spezie lievi. Alle prime boccate a crudo rilevo anche una nota di fieno che si aggiunge alle precedenti ampliandone la varietà. Rigirandolo fra le mani e nell’esame a crudo noto una particolarità in cui non mi ero mai imbattuto, mi lascia sulla pelle delle dita e sulle labbra una patina strana. Non so perchè ma passando la lingua sulle labbra percepisco un sapore strano. Non indugio oltre, recido la testa, accendo il braciere e “zang”, ecco la sua Nicaraguensità uscire decisa. Sferzatina di pepe su una base, all’accensione, di legno e qualcosa che mi ricorda il pane.

La fumata comincia ad assestarsi, il sigaro entra in temperatura e lui si sviluppa su sentori di terra, fieno e note tostate piacevoli anche se risulta, globalmente, un po’ dry asciugando il palato. Le spezie prendono pian piano il sopravvento risultando sbilanciate sul fondo fienoso che non abbandona mai il palcoscenico. Il gioco speziato sulla trama di fondo non sarebbe nemmeno male se non fosse che la percezione risultante è di poca armonia ed eleganza. Fortunatamente aumenta la dolcezza, quasi candita, ma il tutto risulta in effetti noiosetto e poco intrigante.

Poi cambia, diventa più terroso bilanciando finalmente il fondo fienoso di base e ad un certo punto cambia addirittura faccia, diventando notevolmente più pepato. Verso la parte finale un accenno di caramello e moka fa da contraltare, era ora, alla diminuzione delle note di fieno. Permangono sempre le spezie in sottofondo ma tutto diventa molto più tostato finchè una nota amaricante stonata rovina, purtroppo, il finale.

CHI è COSTUI?

  • Origine: Nicaragua
  • Formato: Robusto
  • Fascia: Nicaragua
  • Sottofascia: Nicaragua
  • Ripieno: Nicaragua
  • Forza: Medio-forte
  • Prezzo: 7.25€

VALUTAZIONE – 85 – BUONO

SIGARO BUONO Legenda

Buono BUONO (DA 85 a 86/100) – Buon sigaro per una simpatica fumata. Non entra in una rotazione costante nello Humidor.
Molto Buono MOLTO BUONO (Da 87 a 89/100) – Ottimo sigaro, sicuramente da tenere nello Humidor e su cui fare affidamento per una bella fumata. Entra di diritto nei sigari “Go-to” come direbbero gli Americani.
EccellenteECCELLENTE (Da 90 a 94/100) – Sigaro eccellente in cui armonia, esplosione aromatica e gusti sontuosi sono la parola d’ordine. Nel suo DNA vi è sicuramente qualcosa che affascina, appaga e travolge.
WOW FactorWOW Factor (Over 94/100 o per caratteristiche speciali) – Il WOW Factor, qualcosa di indimenticabile e che appaga a tal punto da lasciare un segno indelebile.

×