Don-Pepin-Original-demi-tasse-1Arrivano le tanto agognate ferie estive e finalmente stacco dal lavoro con una giornata di anticipo rispetto ai bambini che invece sono ancora al centro estivo. Trovandomi ad aspettare la loro uscita ed avendo sbrigato le ultime faccende “camperistiche” mi trovo, non accade mai durante l’anno, ad avere quei 30/40 minuti di pausa in cui solitamente non è facilissimo incastrare una fumata come si deve. I formati che prediligo non hanno quasi mai tempistiche così “brevi” ma fortuna vuole che il buon Aniello mi avesse omaggiato di un sigarino che porta sulla fascietta un nome illustre, Don pepin Garcia ed il formato è il Demi-Tasse.

A vederlo è una meraviglia sia per la scura e oleosa fascia oscuro che per la manifattura impeccabile, è elegantissimo nelle sue dimensioni slanciate e affusolate e la sua mini anilla è uno spettacolo, come non bastasse è fatto totalmente a mano. Me lo trastullo fra le dita per un po’ di tempo perchè non capita così spesso di fumarne uno ma alla fine taglio la testa e comincio ad aspirare. Al piede percepisco terra, pelle, fieno e spezie che si confermano a crudo con l’aggiunta di legno. Si rimane onestamente meravigliati da tanta “ricchezza” in un diametro così miniaturizzato ma evidentemente la ligada, dalla paternità illustre, è di ottima qualità.

Non indugio ulteriormente e lo accendo. Partenza medio leggera su aromi di fieno, legno e quel tanto che basta di pepe a ricordare che dopotutto è un vero Nicaraguense. Pelle, spezie ed una dolcezza di fondo completano la paletta aromatica che manco a dirlo comincia ad intensificarsi puff dopo puff rivelando una ben strutturata miscela di tabacchi. La fumata si rivela così corposa, in un crescendo gustosissimo che vira verso la parte centrale in note di pelle e terra molto più consistenti e Nicaraguensi. Si acuiscono le spezie e si schiude la cremosità ed io resto un po’ basito su come un simile piccolotto riesca ad essere così espressivo.Don-Pepin-Original-demi-tasse-2

Vien voglia di tirare costantemente ma bisogna invece moderare l’ intensità dei puff per non riscaldare troppo l’esile corpo ed innescare note amare che rovinerebbero la gioia di questa breve ma intensa fumata.
Giunti alla parte finale il sigarino perde un poco della sua espressività che resta sui medesimi toni della precedente ma subentrano note tostate che variano leggermente il gusto della fumata, fumata che si chiude tranquillamente in circa 30 minuti o fino a quando si sentono scottare le dita e lo si deve abbandonare. Se dovessi identificarlo in poche parole lo definirei una miniatura di espressività ed eleganza che non fa rimpiangere il poco tempo a disposizione.

Certo se cercate sigari di un certo impegno, complessità e durata allora non fa assolutamente per voi ma se invece volete regalarvi una mezzoretta di gioia e gusto allora accendetene uno… non ve ne pentirete.

Buone ferie a tutti voi.

Scheda tecnica

  • Origine: Nicaragua
  • Fabbrica: Tabacalera Cubanas S.A. – Esteli, Nicaragua
  • Formato: Demi-Tasse – 32 RG x 4.5″
  • Fascia: Nicaragua Corojo Oscuro
  • Sottofascia: Nicaragua Criollo
  • Ripieno: Nicaragua Criollo/Corojo
  • Forza: Media

VALUTAZIONE – MOLTO BUONO

SIGARO MOLTO BUONO

Leggi anche le altre recensioni dei Don Pepin Garcia Original