Casa De Torres Gran Perfecto Maduro-2Un brand, un sigaro, un buco nero… verrebbe da dire perchè recuperare informazioni su chi produce questi sigari o chi vi sia dietro il loro blend è uno sforzo titanico ed inutile.

Inutile come cercare di eludere la fila all’ufficio postale, appena cerchi, o anche solo pensi, di scavalcare qualcuno vieni inesorabilmente sbranato vivo. Quello che so di questo sigaro è che è prodotto per la August Schuster GmbH & Co., che francamente non mi dice nulla se non per il fatto che si fa produrre anche i Maria Mancini, il tutto in una piccola fabbrica (quale sia boh!) in Nicaragua. So anche che il blend dei Casa de Torres è una ricetta antica pre rivoluzione Nicaraguense. Fine…delle informazioni.

La penuria di dati non mi ha comunque impedito di notarlo nella sua veste scurissima e oleosa sullo scaffale (le foto non rendono giustizia al colore oscuro…), nè di comperarlo. Non sono pentito del mio acquisto, si è poi rivelato una gran buona fumata, ma devo convenire che la sensazione restante è di un blend non pienamente sviluppato e che dietro a questo brand di fatto non vi sia una cura maniacale. Peccato perchè la presentazione è di primissimo livello.

La foglia da fascia oscuro infatti è di una esotica bellezza, bellezza coadiuvata dalla perfetta stesura e assenza di evidenti imperfezioni. Seduce e seduce anche il primo approccio fisico con il sigaro, carnoso di pelle, speziato e dolce. Un bacio Caraibico leggermente salato, pregno degli umori della terra da cui nasce e a cui, una volta acceso, la foglia maduro regala una sottile dolcezza di fondo e una fresca nota di eucalipto.

Comincia un viaggio delicato sugli umori precedentemente descritti, corroborati nel prosieguo dal pepe e da note di caffè espresso sempre più marcate. La dolcezza di fondo non abbandona mai la fumata e si viene delicatamente massaggiati da fresche note di eucalipto che piacevolmente accarezzano il nostro palato. Sembrerebbe una lussuosa crociera nel mare dei nostri sensi ma qualcosa ad un certo punto sembra incrinarsi, come dei cumulonembi all’orizzonte che non fanno presagire nulla di buono.

Casa De Torres Gran Perfecto MaduroLa sua espressione aromatica si concentra sulla pelle ma, pian piano, diventa sempre meno dolce e compaiono note stonate e amare su una base onnipresente di caffè. Questa incrinatura enfatizza ancora di più la “monotonia noiosetta” della sua espressione aromatica, sembra non voglia saperne di cambiare, di variare il suo linguaggio rendendo la conversazione più godibile e intrigante.

Fortunatamente, nel progredire della fumata, riesce a schiudersi e diventa più cremoso, riemerge la dolcezza a mitigare l’amaro che cominciava a diventare troppo fastidioso. Il condensarsi della fumata acuisce le note di pelle e caffè parallelamente ad un’enfasi pepata in perfetto stile nicaraguense. Salvata la situazione? Non del tutto.

Purtroppo la parte finale della fumata resta di fatto identica, ancora una volta, alla precedente e come non bastasse tornano fuori le note amare che speravo fossero passate nel dimenticatoio. Nemmeno le ritrovate note fresche di eucalipto riescono a far dimenticare che si possa fare meglio con la materia prima che si ha a disposizione.

Una buona fumata complessivamente ma anche l’incarnazione di come, senza un master blender di comprovata capacità sia difficile ottenere un validissimo prodotto. Buono è buono ma si può fumare di meglio.

Spesso noi fumatori ci lasciamo sedurre dalle apparenze, dalla veste estetica e dai “gioielli” che indossa, dimenticando che sono le cose non visibili che fanno la differenza. Cura produttiva, selezione dei tabacchi, sviluppo e ottimizzazione costante di un blend sono le uniche varianti occulte che differenziano un prodotto degno di nota da uno “normale”.

Scheda tecnica

  • Origine: Nicaragua
  • Formato: Gran Perfecto – 63 RG x 5.75″
  • Forza: Media

VALUTAZIONE – 87 – MOLTO BUONO

SIGARO MOLTO BUONO