Alec Bradley Mundial Punta Lanza No. 8

Alec-Bradley-Mundial-Punta-Lanza-no8

Posted On 28/02/2018

Il lancio dei Mundial Punta Lanza

Correva l’anno 2013 e la Alec Bradley annunciava una nuova linea a produzione limitata, i Mundial. Il lancio avvenne in occasione del 2013 IPCPR Trade Show e di vero e proprio lancio si trattò perchè un sampler di questi sigari venne spedito nella stratosfera.

Avete capito bene, proprio la stratosfera e il tutto fu filmato con una video camera attaccata, assieme ai sigari, ad un pallone areostatico. Quando ritornarono a terra il sampler fu esposto come attrazione nello stand della Alec Bradley.

Il filmato realizzato riscosse un notevole apprezzamento e generò un “rumore” mediatico non indifferente, nella blogosfera non si parlava d’altro e l’appetito dei consumatori cresceva giorno dopo giorno.

A quel tempo i Mundial avevano per me il sapore di un frutto proibito, ora sono da tempo disponibili anche nel nostro italico paese.

Perfecto o single perfecto?

Una linea unica nel suo genere, non solo per il marketing a loro dedicato ma anche per la loro particolarissima foggia. Sarebbero dei perfecto se non fosse che non hanno la doppia rastrematura alle estremità, io li chiamerei piuttosto dei single perfecto infatti hanno solo il piede ratremato.

Adoro i perfecto perchè grazie alla loro conformazione riescono a far percepire al fumatore l’evoluzione aromatica dovuta al variare progressivo del diametro del braciere.

La fumata del Mundial Punta Lanza No. 8

Così avviene infatti. Dall’accensione questo Punta Lanza No.8 rilascia eleganti note di legno e spezie, con una ben dosata e inaspettata componente pepata al naso. Mentre entrano in combustione le foglie del ripieno riesco a percepire l’evoluzione aromatica del blend.

Già dopo mezzo centimetro di braciere arrivano nuove note dolci di frutta secca, principalmente albicocca per essere precisi, sviluppando una ben dosata intensità che sorprende piacevolmente.

Se penso che non stanno ancora lavorando tutti i tabacchi, non avendo raggiunto il diametro massimo, posso solo complimentarmi per come riesca già ad esprimere il suo carattere.

Eleganza in primis, ma anche tanta dolcezza e struttura di fondo che fanno ben sperare per ciò che verrà, peccato solo per la combustione della fascia che necessita di molti ritocchi. Se penso che il sigaro ha più di un anno di humidor la cosa non mi aggrada molto, siamo però agli inizi e la cosa rientra nella sfera dell’accettabile.

Quando arriva al massimo diametro esplode la sua aromaticità rilasciando opulenti note di spezie, frutta secca, cacao, legno elegante, pelle e nocciola. Il tutto morbidamente avvolto da sfumature tostate.

Plaf… la cenere inconsistente mi cade inesorabilmente sui pantaloni. Ma porca…

Da qui in avanti le spezie costruiscono una texture piacevole e profonda, multi livello e davvero intrigante. Il pepe in retroinalazione acquista sfumature dolciastre risultando sempre elegante e mai irruento o scomposto.

Indubbiamente un blend ben confezionato, che aiuta a creare uno stato d’animo di assoluto piacere e comfort. La qual cosa ve lo assicuro non è scontata nè facile da ottenere.

Nella parte centrale il sigaro acquista una spiccata connotazione burrosa e grassa che contribuisce decisamente ad innalzare il livello del godimento globale. Finalmente non richiede più correzioni al braciere.

La nocciola guida ora il convoglio, mentre la dolcezza passa velocemente in sottofondo. Trovo abbia raggiunto il suo apice prestazionale e sul suo biglietto da visita ora leggo: complesso, ricco, morbido e rotondo.

Di contro reputo questo Punta Lanza No.8 un sigaro di non facile interpretazione, agganciare le sue sottili nuance aromatiche e i suoi giochi sensoriali (es. la sfumatura agrumata che si fonde a quella tostata) non è semplice e richiede una discreta dose di esperienza.

Nella parte finale subentra la liquirizia e una certa cremosità. Non lo considero una bomba aromatica, piuttosto è espressivo, intenso e allo stesso tempo tranquillo e sornione. Forse è proprio questo che Alan Rubin aveva in mente quando ha realizzato questo blend. Se è così ha fatto davvero un gran bel lavoro.

Il commiato è avviene su un tripudio di pane tostato imburrato ma forse mi sono solo lasciato sedurre da questo sigaro e dalla sua bontà espressiva.

Honduras

Honduras

IL VERDETTO - ECCELLENTE (EXCELLENT)
  • Medium

Ring Gauge

Pollici

MANIFATTURA - FACTORY
Fábrica de Tabacos Raíces Cubanas S. de R.L.
FASCIA - WRAPPER
Honduras Trojes
SOTTOFASCIA - BINDER
Honduras e Nicaragua
RIPIENO - FILLER
Honduras e Nicaragua Ligero
Se ti è piaciuto questo post gentilmente condividilo utilizzando i pulsanti sottostanti. Condividere non è un’operazione da cervelloni dell’MIT, non ti porterà via troppo tempo, è sicuramente facile e non ti costa nulla ma certamente mi aiuterà a crescere.

If you enjoyed this post please share it using the buttons below. Sharing doesn’t require an MIT brain, it’s fast, easy and free but it help me to grow my audience.

Written by Andrea Zambiasi

Facciamo Puff nasce per dare voce ad una passione che oramai coltivo da molto tempo, quella dei sigari. Non mi considero un esperto di sigari (etichetta che odio) ma un consumatore "attento" a cui piace condividere le sue esperienze emozionali con altri consumatori.

Related Posts

Last Call Maduro Geniales

Last Call Maduro Geniales

Da qualche settimana, grazie a Cigars & Tobacco Italy S.r.l., sono disponibili neĺle tabaccherie italiane i Last Call Maduro che presentano una fascia Pennsylvania Broadleaf rispetto alla “classica” Habano Rosado; anche l’anilla è cambiata e, dal giallo e rosso, è passata ad un piu elegante fondo bianco con scritte oro.

El Viejo Continente Maduro Lancero

El Viejo Continente Maduro Lancero

Recensione by Massimo Del Prete Per “festeggiare” il ritorno a un’apparente normalità dopo la fase di lockdown dovuta al Covid-19, decido di restare nella mia comfort zone fumosa e cercare un formato lungo e stretto. Opto per questo bellissimo lancero che avevo...

El Viejo Continente Maduro Robusto

El Viejo Continente Maduro Robusto

Fumata di una novantina di minuti con una persistenza deliziosa.
Un bella traversata, piacevole e senza particolari imprevisti… e il tesoro? Beh… quello ce lo siamo appena fumato!!!

Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pin It on Pinterest

Share This